martedì 9 dicembre 2008

INTERVISTA AI DURAN DURAN


Rio dei Duran Duran è appena uscito in versione dvd classic , con i retroscena della lavorazione e performance esclusive aggiornate al 2008. Nick Rhodes è la mente dei Duran Duran.


Quando avete capito che Rio era entrato nella leggenda?


“Lo abbiamo registrato nel 1982 senza pensare a quello che girava in quel momento ma a quello che volevamo rappresentasse.E il pubblico ha deciso per noi : dopo Rio diventammo lo spirito della generazione dell’epoca”


Parte del successo dell’operazione furono i video esotici, cosa ricorda?


“Per fare “Save a Prayer” e “Hungry Like The Wolf” andammo nello Sri Lanka e nessuno lo aveva fatto prima. Dovemmo affrettare la chiusura delle registrazioni a Londra tutto molto spontaneo e fatto in economia se paragonato ad adesso”


L’anno scorso avete fatto un disco molto contemporaneo , “red Carpet Massacre” . Ci sono similitudini con Rio?


“Quando si scrive in un breve periodo credo si riesca a mantenere continuità e avere concentrazione. E poi questi due dischi hanno entrambi due donne in copertina”


E’ difficile non ripetere la formula di Rio dopo 25 anni?


“Guardiamo sempre avanti , per noi è più semplice lavorare così. L’anno prossimo faremo un disco sinfonico con un’orchestra e sicuramente lavoreremo con Mark Ronson. Al momento è l’unico che capisce come tirar fuori il meglio di noi”

Nessun commento: