lunedì 22 dicembre 2008

INTERVISTA AL MAGO FOREST


Quando hai deciso che volevi diventare un comico?


“Chi fa il comico lo fa per una innata predisposizione naturale. E’ come per il disegno o per il canto.Noi comici iniziamo fin da piccoli a guardar il mondo con occhi buffi. Già da ragazzino si capiva che come studente modello non avrei avuto una gran carriera. Quando mi interrogavano più che rispondere giusto mi sforzavo a imitare gli insegnanti per far ridere i miei compagni. Così ho scelto una scuola che non avesse latino o altre discipline scientifiche troppo pesanti. Ragioneria. Conosco un sacco di comici che hanno fatto ragioneria”


Tipo?


“Emilio Fede. Mi sembra un tipo di ragioneria”


E dopo il diploma hai lasciato la Sicilia?


“Volevo fare spettacolo e sapevo che per fare una cosa bene devi studiarla . Sono venuto a Milano , ho fatto un sacco di corsi di teatro e di mimo e anche uno di maschera in cartapesta. Poi grazie alla rete di amici hanno iniziato a cercarmi per fare serate”


In quegli anni è nato Forest?


“Mi sono ispirato a McRooney , andava di moda ai miei tempi. Nella tv in bianco e nero. C’era Silvan , il superman dei maghi . E poi lui , l’antieroe. Io volevo fare il mago sfigato , così è nato Forest”


E la tv come arriva?


“Con Renzo Arbore che mi ha fatto un provino per Indietro Tutta. Era un colloquio , ma io quando devo far ridere non riesco mai a essere me stesso, mi devo per forza mascherare da personaggio. Così quella volta andai in bagno a trasformarmi . E’ andata bene. Intanto avevo già iniziato a lavorare in molti cabaret milanesi”


Tra cui lo Zelig.


“Ho iniziato a lavorare allo Zelig quando era più un bar che un cabaret.Per me Bisio, Aldo, Giovanni e Giacomo era solo il nostro bar. Giancarlo Bozzo , che ora è direttore artistico, era il nostro barista. Poi è diventata una trasmissione tv. Il primo caso in cui è la tv che va dai comici e non i comici in tv.


Hai il record di presenze a Zelig


“Ce lo avevo, ma ormai mi hanno fregato. Le prime cinque stagioni avevo fatto tutte le puntate”


Chi ti fa più ridere dei tuoi colleghi?


“Leonardo Manera. Gigi Rock. Diego Parasole . Paolo Migone. Ma la lista è ancora lunga”


E’ vero che sul palco metti sempre le scarpe bianche?


“E’ uno dei motivi per cui faccio questo mestiere , mettermi le scarpe bianche.Sai, non le posso più mettere nella vita, dopo la prima comunione”


E ora debutti come attore in una fiction ospedaliera “Tagli e cuci”?


“Mi hanno proposto questa sit-com che mi è molto piaciuta , così ho accettato. E che compagni di lavoro deliziosi. Cacioppo su tutti”


Tu li guardi i telefilm?


“Mi piacciono “Il mio nome è Earl”, Il “Dottor House”, “Will e Grace”. E “Boris”, che assomiglia come prodotto a “Taglia e cuci”. Che non è una serie medico-ospedaliera : è una sitcom sulla folle ricerca della bellezza a tutti i costi . In ogni puntata affrontiamo eventi paradossali con tanto umorismo. Come dicono gli inglesi . è solo ridere per ridere”


Sono storie chiuse o c’è uno sviluppo narrativo?


“"Io e Cacioppo siamo due cugini rivali che vogliono ereditare dal ricco zio le cliniche estetiche. E visto che siamo due incapaci non possiamo metterci in mostra con le nostri doti e ci facciamo la guerra cercando di screditarci a vicenda”


Sei Mago Forest anche nella fiction?


“In scena porto tutto me stesso . E quindi anche Forest , che è il mio alter ego attraverso il quale posso dire le cattiverie ch quel bravo e timido ragazzo di Michele Foresta non oserebbe mai dire”


E’ la prima volta che fai una fiction. Però hai girato un film?


“Ho fatto un film che la solita critica prevenuta ha ingiustamente ignorato. Ma credo che verrà rivalutato presto . “La Grande prugna” in Italia non l’ha visto nessuno , ma in Tagikistan..è stato uno dei successi della stagione. Sul set dovevo baciare la Littizzetto e lei faceva apposta a girare male le scene in cui facevamo l’amore per poterle ripetere”


Tornai in tv anche con qualche Mai Dire della Gialappa’s?


“A primavera. Stiamo temporeggiando , stiamo cercando di ricaricarci per guardare con la solita lente distorta la realtà”


Tieni famiglia?


“Sono fidanzatissimo. Non ho figli ma ho tanti nipoti. Però allo stato anagrafico sono libero. Ho appeso il certificato in casa accanto al diploma da ragioniere. ma la fidanzata cerca sempre di distruggerlo”


Altri progetti in corso?


“Sto scrivendo il nuovo spettacolo live che porto in scena quest’ estate : Motel Forest. Anzi, se i lettori vogliono prenotarsi possono già farmi tranquillamente un bonifico . E poi ci vediamo intorno a marzo in Stazione Centrale. Che vi dò i biglietti”

Nessun commento: