mercoledì 10 dicembre 2008

INTERVISTA FRANCESCO PIONATI , LEADER DI ALLEANZA DI CENTRO : CASINI SARà IL LEADER DEL CENTROSINISTRA


Francesco Pionati ha lasciato l’Udc per creare l’Alleanza di centro .


Vuol rispondere a Casini che le ha dato dell’irrilevante?


“Se ne accorgerà se sono irrilevante. Penso che la nostra iniziativa sia invece molto rilevante e comunque la rilevanza la decideranno gli elettori che mi pare siano in fuga massiccia dall’Udc”


Ma da quanto tempo non c’erano questi dissapori all’interno dell’Udc?


“Io ho sempre avuto una posizione coerente , ho sempre detto che dopo il risultato elettorale , avendo accertato che non c’è la possibilità del terzo polo , bisognava rientrare subito in una forma di alleanza organica di centrodestra”


E non le hanno dato ascolto?


“L’Udc va verso un’altra direzione , è un partito delle posizioni ambigue, Casini teorizzava l’attesa degli eventi come una linea politica. Questo è inaccettabile : la politica si fa scegliendo e non aspettando. Gli ammiccamenti verso il Pd sono la morte dell’Udc”


Già a quei tempi accarezzava l’idea di un partito tutto suo?


“Attenzione , non ho ambizioni personali : sono un analista politico e questo è un progetto che nasce sulla base di un’idea politica molto forte e molto sentita”


Non è un mistero , puntate al Pdl. Ma c’è già un’intesa col Cavaliere per le amministrative del 2009?


“Faremo tutto il possibile per rafforzare il centrodestra e l’intesa coi nostri alleati, non assumeremo nessuna iniziativa in contrasto , abbiamo rappresentato a Berlusconi il progetto di una formazione che per un periodo intermedio cooperi autonomamente con le proprie liste , per poi confluire nel Pdl. Credo che lui abbia compreso la qualità e la bontà dell’iniziativa”


Puntate anche alle europee?


“E’ da verificare, le europee sono impegnative e poi finché non si sa con il sistema elettorale si va a votare, non si può dire. Ma la regola aurea è quella di non entrare in disaccordo con gli alleati”


Quindi concordate su tutta la linea con il Governo Berlusconi?


“Assolutamente sì. In un momento come questo è illogico votare no al 90% delle proposte del governo come ha fatto l’Udc. Una figura barbina . Uno le alleanze le deve anche coltivare”


Non fa una piega . Ma non si sente un po’ come Davide contro Golia?


“Sì, ma è una cosa che mi ha sempre eccitato. Io sono uno che le poltrone le lascia per tentare avventure : ho la fortuna di non dover vivere di politica , ho lasciato la vicedirezione dl Tg1 per tentare quest’avventura. Adesso lascio l’Udc. Faccio le cose per convinzione non per convenienza. Inoltre sono contrario alla Costituzione di Centro”


Perché , non le piace?


“E’ un processo assolutamente ridicolo : serve solo a decapitare la classe dirigente dell’Udc storico a favore di responsabili esterni che non hanno nessuna consistenza politica. Obama diventa il primo presidente Usa di colore , e l’Udc vorrebbe impersonare questo nuovo meccanismo con De Mita , Pezzotta, Adornato e Tabacci.”


E voi sareste gli Obama del centro?


“La politica è fatta di scelte , non di ambiguità”


Perché dice hanno promesso a casini che sarà il nuovo Prodi?


“Il centrosinistra deve cercare un candidato per le prossime elezioni ed è chiaro che lui potrebbe essere il Prodi del 2013. Sono stato messo alla berlina perché ho pranzato con Berlusconi, ma delle cene che Casini fa sempre più spesso con Veltroni e D’Alema non ne parla nessuno. La nostra presenza nel centrosinistra è una contraddizione in termini . Dovremmo stare a contestare ogni giorno questioni di bioetica , matrimoni gay etc, che non appartengono alla nostra cultura”


Già che siamo da quelle parti , come lo vede Magdi Allam in politica?


“Non sono per i partiti oltranzisti . Noi possiamo avere un’ispirazione cattolica, ma costruire un partito su un credo religioso è fuori dal mondo. Non vorrei che lui che ha contrastato il fanatismo islamico , cada in un fanatismo opposto. Il nostro partito è assolutamente laico”

Nessun commento: