mercoledì 17 dicembre 2008

INTERVISTA A SEAL


Ha realizzato il suo nuovo album “Souls” un intero album di cover per esprimere il desiderio di cambiamento.


Quando ho sentito la sua versione di “A Change is gonna come”di Sam Cooke non ho potuto fare a meno di pensare al neo eletto presidente Obama?


“Dopo 8 anni di inferno politico , sociale ed economico gli americani cercano di uscire da una situazione ormai insopportabile. Obama è il catalizzatore di questa voglia di riscatto e credo sia importante soprattutto che i più giovani sentano che ora qualcuno li ascolterà”


Cosa l’ha spinta a fare un album di cover?


“Ero in macchina con mia moglie e sono quasi scoppiato in lacrime ascoltando alla radio “A Change is Gonna Come”. Mi sono reso conto che quelle canzoni sui diritti civili cantate da Bob Dylan , Sam Cooke e tanti altri sono quasi più attuali di oggi che un tempo . La maggior parte del pubblico comprerà il disco solo perché ama quelle canzoni e a me questo sta bene. ma spero che almeno qualcuno avverta le stesse vibrazioni che ho sentito io quel giorno”


Si avverte una pressione speciale nell’affrontare un repertorio di grandi classici?


“Ovviamente non intendo paragonarmi a quelli artisti , ma nel mio piccolo sento la responsabilità di rilanciare i temi che hanno cantato , perché qualcun altro senta il bisogno di continuare a inseguire i loro sogni”


Essere genitore porta dei cambiamenti in un artista?


“Il disco è conseguenza dell’essere padre , rilancio certi temi perché avere figli porta ad interessarsi di più al mondo”

Nessun commento: