giovedì 8 gennaio 2009

INTERVISTA A GWYNETH PALTROW: NON VOLEVO PERDERMI OGNI ATTIMO DEI MIEI FIGLI


Un’americana a Londra , come Madonna. Meglio l’Europa o New York?


“Sono molto fortunata. Vivere tra Londra e New York è la combinazione perfetta. New York è un po’ faticosa per chi ha bambini piccoli. E’ difficile gestire taxi, tutine da neve e paparazzi. Londra è più adatta. Posso infilare il passeggino di Moses nei cab ( i taxi londinesi) senza doverlo chiudere. Londra è meno frenetica , e molto più bella e colta di Los Angeles”


Anche lei ha sposato un artista inglese. Ci racconti che tipo è Chris Martin?


“Le dico solo questo: il nome di Apple , nostra figlia, l’ha scelto lui. Ha dichiarato : se una femmina la chiameremo Apple. I nomi insoliti piacciono anche a me , e questo è adattissimo anche a lei. Moses poi è un gran nome. Scelto perché mio padre era ebreo e si chiamava così. E’ un nome che si può pronunciare in qualsiasi lingua”


Apple e Moses cercano già i riflettori?


“Mio figlio, due anni , fa a pezzi con una spada tutto quello che vede e corre di qua e di là come un pazzo. Finirà per lavorare nel mondo dei fumetti. Mia figlia ha quattro anni e tanta fantasia , le piace stare seduta per ore a inventare mondi tutti suoi. Adora le favole . Ha un vocabolario spettacolare , credo che finirà per scrivere romanzi. Ama molto la musica di suo padre. E le piace anche Madonna: balla le su ultima hit. Tengo i miei vestiti da red carpet da parte per Apple : se poi cresce e le piacciono i vestiti”


Tra bambini , marito e lavoro , come organizza il suo tempo?


“I giorni difficili li ho superati. Adesso ho raggiunto l’equilibrio : quando torno a casa , porto con me esperienze nuove, lavorando mi arricchisco spiritualmente. Non è facile per nessuna : molte donne lavorano perché la famiglia ha bisogno dei soldi , ma resterebbero volentieri a casa . Però anche non avere un lavoro è dura”


Insomma, basta pappe e pannolini , la Paltrow torna sul set?


“Ero innamoratissima dei miei figli e volevo stare a casa con loro . Non volevo perdermi neanche un attimo. Per tre anni è stato così. Mi ha stupita scoprire che si può amare tanto qualcuno. Tutte le donne sanno per istinto come curare i propri figli , come crescerli, e non sapevo se la passione per il mio lavoro sarebbe tornata. Poi quando Moses ha compiuto 6 mesi ho cominciato ad uscire dal letargo , con mia figlia avevo passato molto tempo a casa”


Forse troppo..Lei ha fatto outing sulla sua depressione postparto . Come l’ha superata?


“Dopo la nascita di Moses sono caduta in depressione , è stato molto difficile. Non mi sentivo più Gwyneth. Chi l’ha provato sa com’è. Sono riuscita a superarla affrontando il problema. C’è voluto un po’. Sono tornata a stare bene grazie alle terapie alternative. Ne sono uscita. Per fortuna..Ci passano tante donne . Per questo ne ho parlato apertamente: è importante sapere di non essere l’unica a sentirsi così”


Altro problema per le neomamme : lo specchio . Difficile tornare in forma?


“Sì , ci sono così tante attrici più giovani e più carine in giro. A Hollywood volevano che avessi un bell’aspetto. Pesavo sette chili di troppo, quindi mi sono accanita sul tapis roulant. Essere bella è un lavoro a tempo pieno. E’ impossibile farlo se devi portare al parco i bambini , o andate al supermercato”


La dieta macrobiotica aiuta?


“Superata. Adesso cerco di mangiare prodotti locali e di stagione. Per essere davvero macrobiotico devi avere un cuoco , è difficilissimo. Passi tutto il giorno a cucinare . Però ho sempre fiducia nel cibo organico e integrale, nella medicina olistica , nello yoga,nel Pilates, e nell’esercizio fisico. Verdure e cibo fresco fanno bene”


Ai bambini ha mai dato le scatolette?E’ vero che la prima parola di Apple è stata hummus?


“Non la prima , ma una delle prime. Così passo il tempo a ripulire i miei vestiti dalle macchie di hummus di ceci. Cerco di non usare cibo in scatola , ma credo che un frullato alla banana split ogni tanto , anche se confezionata , non faccia male”


L’ha resa più sicura vincere l’Oscar o diventare madre?


“La famiglia , senza dubbio. Mettiamola così: a vent’anni non capivo che potevo dire del “no”. Era come se dire qualcuno avesse sparato il colpo di pistola di inizio corsa e io correvo, correvo, fino a che ho completamente perso la voglia di lavorare. Mi sembrava di non avere niente da dire. Poi ho incontrato mio marito , ho avuto un bambino e ho pensato – Mio Dio, allora esiste una vita vera che non ha niente a vedere con Hollywood e tutta questa negatività che mi circonda. E allora ho infilato la tuta da ginnastica e sono stata ben contenta di fare la mamma per tre anni”


Perché i media puntano sulle mamme famose?


“Non so, non leggo le riviste scandalistiche. Qualcuno dava per certo che io porto sempre in borsetta un marchingegno che mi permette di sapere in ogni momento dove si trova Apple . E’ assurdo”


Come se la cavano i suoi figli con i paparazzi?


“Quando eravamo a Los Angeles perché giravo Iron Man , i fotografi aspettavano fuori dalla scuola di mia figlia ogni giorno, era terribile. Una volta le ho detto – C’è qualcuno che vuole fotografarti , ma non l’ha chiesto per favore , quindi non glielo lasceremo fare – : Adesso quando Apple vede un fotografo dice – C’è un uomo maleducato”


Ha un esercito di super nanny?


“Solo una bambinaia a cui vogliamo tutti molto bene. E’ lei a perdere in mano l’organizzazione della casa quando io e mio marito siamo fuori per lavoro”


Vuole altri bambini?


“Per favore , no!Magari più avanti , è dura essere madre. Non dormi , le esigenze dei figli vengono sempre prima delle tue. Ci sono giorni in cui ti senti esausta. Anche la gravidanza è difficile. Ci sono donne che l’adorano , io sto malissimo dall’inizio alla fine. Nausea e pessimo umore .Se i bambini apparissero come per incanto , forse prenderei in considerazione l’idea di farne un altro più presto?


Può sempre adottarne uno, come ha fatto Madonna?


“Perché no? Ma per ora io e Chris non siamo in lista d’attesa”

Nessun commento: