giovedì 19 febbraio 2009

INTERVISTA A LELE MORA




Da vallettopoli è uscito pulito , eppure per lei qualcosa è cambiato?

“Non si esce indenni quando ti cade sulla testa un mattone simile , senza aver fatto nulla , tra l’altro. Sono dimagrito dieci chili e ho dovuto tagliare le spese: i miei dipendenti sono passati da 60 a 20 e di tre uffici ne è rimasto uno”

I suoi artisti l’hanno lasciata?

“Alcuni pensavano che fossi complice di Corona perché Fabrizio l’ho cresciuto io, l’ho anche aiutato a fondare la sua agenzia fotografica , eravamo amici. Hanno pensato come Simona Ventura, che potessi dare a lui notizie sulla loro vita sentimentale e quindi mi hanno lasciato. Invece , sono quello che ha difeso di più la loro privacy . L’unica cosa che ho fatto è stato comprare certe foto compromettenti , per ritirarle dal mercato e tutelarli. Ma non ho mai tradito nessuno dei miei personaggi . Anche se avrei potuto, dal momento che sono per loro un padre confessore : mi raccontano dai problemi economici a quelli sentimentali , perfino sessuali”

Il pm Woodcock durante gli interrogatori ha voluto saperli?

“No, Woodcock era concentrato su un  mio presunto incontro con Mastella al ristorante Al Bolognese di Roma , che poi era il motivo per cui sono stato tirato in ballo nell’inchiesta. Con Mastella ci siamo visti per caso e ci siamo salutati”

Woodcock voleva sapere se organizzava appuntamenti tra politici e le soubrette?

“Infatti. Ma io non ho mai fatto prostituire nessuno , non è nel mio stile. Con i politici , certo, ho sempre lavorato , ma nel senso che mandavo i miei artisti agli eventi delle campagne elettorali, non a cena con loro”

Tornando alle foto paparazzate , accertato che lei non ricattava i vip, è vero però 

che organizzava con i suoi artisti finti scoop da piazzare sui giornali rosa?

“Questo succede dagli Anni Cinquanta : è la prassi se si deve promuovere un personaggio oppure un programma. Ma per realizzarli non chiamavo solo Corona, ma anche altri paparazzi : in questo mestiere è fondamentale dare lavoro a tutti per tenerli buoni in caso di necessità. Quest’inchiesta , comunque, è servita a farmi capire chi sono le persone che meritano davvero di far parte del mio nucleo di lavoro e di amicizia”

Per esempio?

“Sabrina Ferilli era pronta ad affrontare stampa e magistrati per difendermi, così come Alda D’Eusanio. Una donna che mi ha aiutato tanto, aprendomi le porte che mi si chiudevano, è stata Fatma Ruffini , colonna portante di Mediaset. E poi Maria De Filippi : a maggio mi ha chiamato e mia ha detto di iniziare a lavorare per la stagione prossima”

Ha fatto solo nomi di nomi affermati. E i tronisti e le showgirl che ha creato dal niente?

“Quelli la riconoscenza non sanno cosa sia . Forse non ce l’hanno nell’educazione , nel Dna,nel vocabolario. Tanti ragazzi che ho lanciato e arricchito , quando la barca stava affondando sono spariti per non essere coinvolti o per paura che io gli chiedessi aiuto , cosa peraltro che non ho mai fatto”

Tra questi c’è anche il re dei tronisti Costantino Vitagliano?

“Costa è andato via a inchiesta conclusa , non è un cattivo ragazzo. Ma tra noi forse non c’era più feeling , ora crede di potersi gestire da solo. Faccia pure , la strada è larga”

E’ convinto che prima o poi questi ragazzi torneranno da lei?

“Succede. Ma a me le minestre riscaldate non sono mai piaciute, preferisco creare personaggi nuovi. La tipologia dei miei artisti oggi è un po’ cambiata : ho preso nella mia scuderia attori di teatro come Michel Altieri e scrittori come De Crescenzo e Zecchi , da piazzare in Tv e in trasmissioni intelligenti. Non avrei pensato mai di mettere la cultura nel mio lavoro”.

C’era stato un momento, invece , in cui ha pensato che avrebbe smesso?

“E’ successo una sera mentre guardavo Porta a Porta. Lì, nel salotto di Vespa, dove sono stati trattati i casi di sangue che hanno coinvolto Maso, la Franzoni, Azouz, ho visto la mia faccia nella gigantografia. Ho pensato : qui hai buttato trent’anni del tuo lavoro , dovrai andare via dall’Italia”

Invece lei era ancora qui.

“Sì, dopo essere passato attraverso l’inferno. Le inchieste e poi la morte in un incidente di un ragazzo a cui ero molto affezionato , una mia guardia , mi hanno fatto crollare psicologicamente. A fine agosto mi è venuta una forte depressione . Io, che mi reputo una persona forte, non mi sono alzato dal letto per un mese. Mi hanno spiegato che è una malattia che arriva piano piano , 

soprattutto a chi, come me, non parla mai , non si lamenta , si tiene tutto dentro”

Come ne è uscito?

“Grazie all’aiuto psicologico delle persone di cui le parlavo prima che mi hanno fatto recuperare l’autostima che avevo perso. La Ferilli è tornata di corsa da New York per venire al mio capezzale. Mi sto ancora curando sotto psicofarmaci. Avevo promesso a Paola Perego che avrei partecipato alla Talpa , ma sarei dovuto partire proprio quando stavo peggio: ho dovuto dare forfait”

Perché sarebbe andato a un reality?

“Sono timido e mi sento a mio agio solo dietro le quinte. Ma avevo bisogno di svagarmi , e volevo far vedere alla gente chi sono realmente : una persona semplice”

Non si direbbe dal tipo di vita che ha condotto finora

“Di una cosa sola , in effetti, mi pento : ho sbagliato ad ostentare troppo lusso , troppo benessere. Ma dovevo promuovere un certo mondo e , forse, era un modo anche per prendermi una 

rivincita sulle mie origini contadine”

Com’ è stata la sua adolescenza?

“A 14 anni in collegio a studiare. A 18 mi sono sposato con una ragazza di Napoli mia coetanea , a 20 anni avevo già due figli. Il mio sogno era diventare direttore d’albergo : ero uno studente modello, mi sono laureato in Economia e Commercio. Ma sono stato sempre un gran lavoratore , facevo anche tre lavori insieme per guadagnare perché volevo uscire dalla provincia.

Fisicamente da ragazzo com’era?

“Magrissimo, pesavo 60 kili. Lo sono stato fino a 35 anni , poi è cambiato il metabolismo. Vestivo stile figlio dei fiori , mi sono fatto anche i capelli biondi quando c’era la moda dei ricci

Come entrò nel mondo dello spettacolo?

“Da fan. Ero pazzo di Loredana Bertè e Patty Bravo , grazie a un amico riuscii a organizzare delle serate per loro”

E lasciò moglie e figli

“Sì, forse ci siamo sposati troppo giovani . I miei figli li ho ritrovati dopo, da grandi , a Milano. Ora lavorano con me. Insieme con la mia nipotina di 12 anni sono stati l’ancora alla quale aggrapparmi in questo periodo difficile . Mi dicevano sempre : vedrai papà , tornerai a essere quello che eri prima . Loro mi vedono un Dio In terra”

E’ credente?

“Molto. Sul letto c’è il crocifisso”

Che cosa dicono i genitori del suo lavoro?

“Sono persone semplici e molto discrete , non chiedono”

E’ un po’ difficile vivere in Italia senza sapere delle sue vicende?

“Mio papà era molto dispiaciuto quando mi vedeva al telegiornale per le inchieste. Al telefono lo sentivo amareggiato , chiedeva “Come va? Questa cosa quando finirà?”. Gli dava fastidio che quando andava in paese a giocare a briscola, la gente gli facesse delle domande. Quando, nel 1988, ho avuto un altro problema giudiziario, non è sceso in  paese per un anno , fino a quando la cosa non si è risolta. Si vergognava. E poi, per prima cosa , mi ha portato a messa una domenica per far vedere che era tutto a posto. Io sono considerato dai miei fratelli – siamo in cinque – il cocco di casa. Non vado spesso a trovarli , ma quando arrivo sono come babbo Natale”

Lei è considerato uno degli artefici della Tv Trash

“I tronisti sarebbero trash? Ma che cosa c’è di brutto e di volgare in un ragazzo che ha successo perché corteggia una persona?”

Le ragazze,inebriate dalla popolarità televisiva facile, sognano di diventare veline e non veterinarie. Non si sente in qualche modo responsabile di questo degrado culturale?

“Non è colpa mia. Sono i giovani di oggi che desiderano i soldi in fretta. Io ho seguito solo quello che voleva il mercato. Non sono io che ho cresciuto gente che ha ammazzato i genitori, eppure adesso vedo chi l’ha fatto trattato come vip. A chi seleziono per la Tv – riceviamo 300 richieste al giorno – dico sempre che devono continuare a studiare , prendere la laurea , perché questo lavoro può durare un anno , cinque , ma poi arriva un’altra con le gambe più lunghe , e il successo finisce”

Se sua nipote di 12 anni le dicesse che vuole fare la velina?

“Le risponderei che è meglio che faccia la veterinaria”

Dopo la condanna per evasione fiscale , si dice che si stia accordando per pagare allo Stato 12 milioni di Euro. Lo farà davvero?

“Li pagherò , anche se rate. C’è stato un momento , quando mi hanno congelato i conti , in cui non avevo in tasca neanche i soldi per la spesa. Ma l’idea di rimanere senza una lira non mi preoccupa. I soldi sono l’unica cosa che so fare facilmente”

Quali sono stati gli anni nei quali ha guadagnato di più?

“Direi dal 1995 al 2005 : Ma non accumulo. La fonte principale del mio reddito , contrariamente a quanto si pensa, non sono le commissioni sui contratti dei miei artisti ma le consulenze di marketing alle aziende che fa la mia società”

Ma che cosa fa esattamente per loro?

“Lancio i loro marchi , nuovi prodotti. Roberto Cavalli negli anni Novanta faceva più abiti e accessori splendidi , ma aveva un problema : nessun personaggio famoso li indossava. L’ho aiutato a diventare una delle griffe più richieste delle star nazionali e internazionali. E poi le aziende per molti anni sono state disposte a pagare qualunque cifra pur di avere i personaggi 

della Tv ai loro eventi. Personaggi che sono stato io , spesso , a creare”

Ha ancora voglia di lavorare?

“Senza il lavoro sono morto: è l’unica cosa che mi dà soddisfazione”

L’amore non gliene dà?

“Ho avuto nella mia vita , oltre a mia moglie , altri due amori vissuti intensamente e durati ognuno dieci anni. Ma siccome ho sofferto troppo – forse  anche per colpa mia: sono sensibile, possessivo, geloso – adesso ho deciso di stare da solo. Preferisco avere amici veri con cui passare giornate a chiacchierare , uscire e andare in vacanza : mi diverto di più”

Sulla sua sessualità c’è sempre stato un alone di mistero

“Perché sono cose che non ho mai voluto mettere in piazza.Ma sono bisessuale : l’amore è bello in tutte le maniere . Stanotte , per esempio, sono stato tartassato per ore da una tizia che mi ha mandato messaggini molto espliciti, foto , a un certo punto è perfino venuta a suonare il mio campanello”

Chi era?

“Il mondo dello spettacolo è strano, arriva di tutto. E spesso sono persone interessate. Comunque , la toccata e fuga non fa per me , non mi attirava neanche quando ero giovane. Piuttosto sto mesi senza far sesso”

Ora da quanto tempo è in astinenza?

“Un paio di mesi , direi. Ma le ricordo che non stato bene”

Invecchiare le dà fastidio?

“Assolutamente , no. Una volta avevo tanti capelli , adesso molti meno ma va bene lo stesso. Non sono mai andato in palestra, neppure un giorno”

I belli però le piacciono?

“Non è detto , mi piacciono anche i grassi , dipende da cosa hanno nella testa. Ma in genere devono essere molto più giovani”

Nessun commento: