venerdì 10 aprile 2009

INTERVISTA A LUCA ZAIA


Il ministro Luca Zaia sostiene che gli incidenti non sono causati dall’abuso di alcol. O almeno , che l’ebbrezza sia la causa soltanto di una piccola percentuale di incidenti. Zaia conosce quella situazione, come presidente della Provincia di Treviso cercò di sconfiggere la zona più colpita di croci nelle strade. Anche se nel 2007 fu beccato alla velocità di 193 Km orari . Si giustificò affermando che i limiti di velocità sono anacronistici e andavano innalzati.

E’ veramente convinto che l’alcol non sia un problema per chi guida?

“Non dico questo, però chi beve due bicchieri di vino può tranquillamente mettersi alla guida.. Non si può considerare ubriaco. I fattori di rischio sono altri”

Quali?

“La stanchezza , una telefonata, una sigaretta che magari può scivolare di mano, il volume dell’autoradio, l’assunzione di farmaci : questi , mentre si guida , sono i maggiori pericoli che possono provocare un incidente stradale”

E il consumo di alcolici prima di guidare , quanto incide sul numero di incidenti stradali?


”Molto meno di quanto si pensi. . Solo il 2,09% degli incidenti è provocato dalla guida in stato d’ebbrezza. Non bisogna demonizzare l’alcol a priori : il vino non deve essere il capro espiatorio”

Cosa si può fare per evitarlo?

“Bisogna trovare la strada giusta. Non si può considerare ubriaco chi ha bevuto due bicchieri di vino , così come bisogna essere duri con chi esagera e provoca incidenti”

Lei è un grande sostenitore e la sua partecipazione al Vinitaly ( la più importante fiera del vino al mondo ) è stata particolarmente intensa.

“Credo molto in questo settore che è un nostro fiore all’occhiello. E’ una della immagini principali del made in Italy e il successo di questa manifestazione né stata una prova: il vino italiano si beve in tutto il mondo”

Ma i più importanti prodotti italiani soffrono la concorrenza sleale della merce pirata

“Purtroppo si. Ci teniamo che vengano salvaguardati i prodotti genuini e per questo siamo molto attivi nella lotta alla pirateria agroalimentare: proprio da poco abbiamo fatto sequestrare ingenti quantità di San Marzano falsi. La produzione e la commercializzazione di certi prodotti non fanno che rovinare i nostri migliori mercati.

A proposito di mercati e prodotti italiani in questi giorni festeggia la svolta delle quote latte..

“Dopo 25 anni risolviamo un problema che ha penalizzato il mercato e la politica italiana in sede europea. Si tratta di un provvedimento equo, non è una sanatoria”

Se da una parte è andata bene , la nuova strategia europea sui vini rosati sta creando grandi malumori tra i produttori italiani

“Abbiamo subito l’Ocm vino, un provvedimento che non ci è mai piaciuto. Noi e La Francia siamo convinti che i vini non siano rossi , bianchi e rosati : difendiamo le identità territoriali e produttive di un settore cruciale come quello del vino”

L’anno prossimo si rinnovano i consigli regionali in Lombardia e Veneto. La Lega punta tutto sul Nordest , ma Giancarlo Galan  non vuole lasciare il suo posto. Lei era il suo vice e molti la vorrebbero al suo posto..

“In questo momento sto facendo il ministro a tempo pieno”

Lei e Flavio Tosi , gli uomini di punta della nuova Lega , venite indicati entrambi come possibili candidati alla presidenza della giunta regionale

“Io adesso sono impegnato a fare il primo ministro perché gli agricoltori hanno bisogno di un ministro 24 ore al giorno. In ogni caso , certe decisioni le prendono Bossi e Berlusconi”

Nessun commento: