giovedì 16 aprile 2009

INTERVISTA A ROCCO BUTTIGLIONE


Rocco Buttiglione , presidente dell’Udc

Sulla legge 40 è duro scontro Fini- Casini. E’ d’accordo con il leader?

“Qui c’è una questione istituzionale prima di tutto : uno può essere d’accordo o no sul fatto che la legge 40 sia una buona legge. Ma è una legge del Parlamento , e difendo le prerogative del Parlamento.

Un’intrusione della Consulta?

“Esiste una tendenza giurisprudenziale della Corte Costituzionale a invadere le prerogative del Parlamento. Se uno pensa che sia una brutta legge ha il diritto di pensarlo: deve fare appello non alla Corte Costituzionale , ma agli elettori , spiegando perché è una cattiva legge e facendosi dare la maggioranza per fare un’altra legge . Così funziona la democrazia”

Invece che accade secondo lei?

“Un paese in cui la Corte Costituzionale si prende il diritto di dire ai cittadini e al Parlamento avete sbagliato, vi dico io qual è la legge giusta da fare, non è più un paese democratico”

Per Antinori il referendum fu viziato dalla propaganda mediatica

“Dicono che il Papa si imponga alla società italiana : la verità è che abbiamo dei papi laici , che impongono alla società i loro valori senza passare per la sfida democratica del confronto”

Quindi per lei la legge 40 è una buona legge?

“Io penso di sì. Anzi, i mass media erano contro questa legge , tutta la mezza cultura del Paese era contro: invece il popolo ha pensato con la sua testa. Ora per loro bisogna punirlo perché non l’ha pensata come le grandi testate volevano. La sovranità non è del popolo, è dei grandi giornali”

Fede e politica sono compatibili?

“Non crediamo ad una politica priva di fede, la politica ha bisogno di fede. Una fede che sappia riconoscere il ruolo della laicità , ma pur sempre una fede : perché senza di essa la politica ricade nella corruzione , nell’affarismo , in un pragmatico deteriore”

E cos’è per voi la laicità?

“La laicità è un po’ come la fede. Non posso dirle “si fa così perché è scritto nella Bibbia”. Devo dire: “penso si debba dire fare così perché è ciò che la mia esperienza insegna”. La discussione è alla base della democrazia . Non posso dire l’eutanasia è sbagliata perché lo dice la Bibbia. Ma posso di aver tenuto tra le braccia una persona che gridava “fammi morire!”intendendo invece “aiutami a farmi vivere”. Oggi quella persona ce l’ha fatta ed è contenta di vivere”

Ha parlato di rievangelizzazione , non suona un po’ anacronistico?

“L’altro giorno sono arrivato a Messa in ritardo : non si dovrebbe ma aiuta, perché solo così mi sono accorto di tutta la gente che c’era”

E cosa ne ha dedotto?

“Negli ultimi anni il numero degli italiani che credono è cresciuto molto. Quelli che vanno a messa la domenica son di meno: ma sa, le prediche sono un po’ noiose, ci vuole una convinzione forte. La religione laica del comunismo crollata , come crollò l’altra religione laica del fascismo. Il popolo si ri-orienta ,nascono grandi movimenti cristiani, c’è una rievangelizzazione in atto che genera impegno sociale. O la politica attinge a queste energie morali , o c’è la politica del portaborse”

Passiamo all’Udc : con la Costituente si apre una nuova stagione?

“sì, partendo dall’Udc , bisogna fondare un nuovo partito con gruppi come la Rosa bianca, i circoli liberal, Magdi Cristiano Allam..e bisogna farlo dialogando con i movimenti cristiani non politici, che stanno ridando vivacità alla presenza in Italia di un popolo cristiano”

Quali sono le vostre aspettative per le prossime elezioni?

“Tanti voti , ma soprattutto tanti candidati nuovi che siano espressione di questa realtà”

Nessun commento: