venerdì 29 maggio 2009

INTERVISTA A GIANNA TANI , DIRETTRICE DEL CASTING MEDIASET

gianna tani

Gianna Tani ha diretto per vent’anni il casting Mediaset.

Come iniziano i casting..

“Chi sei, cosa fai , che studi hai fatto, etc, etc”

E poi? Come capisce se qualcuno ce la può fare?

“Intanto se guarda la telecamera , se si sente sicuro , se parla bene, se ha un curriculum..se ad esempio si presenta qualcuno che vuole fare il conduttore , gli chiedo di fare un’apertura e una chiusura di una trasmissione. “Ma quale trasmissione?” “Una tua scelta”. “Ah mah…”. A questo punto grazie e arrivederci. Se arriva una ragazza che ha una taglia …come la mia , o è alta 1,60 , e vuole fare l’indossatrice o la modella , allora arrivederci. Ci sono delle caratteristiche di base su cui non si può prescindere . Chi poi ci convince viene rivisto”

Quanto tempo dura un’audizione?

“Oh, due o tre minuti”

Quanti talenti ha scoperto?

“Tanti : da Francesca Dellera all’Emanuela Folliero a Gaia De Laurentiis che non voleva fare televisione ..poi noi siamo riusciti a convincerla”

Qualcuno su cui non avrebbe scommesso e poi ha rivelato doti inaspettate?

“Parecchi: ma perché si presentano per fare cose che non gli si addicono. Teo Mammuccari è arrivato facendo “Faccio l’animatore , lavoro con la gente..”..mah. Papi è venuto a fare il cabarettista.

E lei cosa gli ha detto ?

“Di venire con dei testi più decenti! Poi invece hanno trovato la trasmissione giusta e sono stati promossi. Prenda Fiorello , che secondo me è un mostro sacro. Proprio in Mediaset gli avevano affidato un quiz , dove lui doveva stare nei tempi , fermo con un primo piano così. La trasmissione non ha funzionato. E poi qualcuno cresce anche col tempo . ILary Blasi quando è arrivata era una modellina , poi ha acquisito sicurezza”

Una come Noemi potrebbe riuscire ? E in che cosa?

“Mah, io con lei non ho ancora parlato , ho solo visto una piccola intervista e mi è sembrata proprio una ragazzina così. Al momento potrebbe ambire a una trasmissione come Non è la Rai , già come velina non lo so..poi se fa la trasmissione con 500 veline va bena, ma da sola no”

Cosa le consiglierebbe?

“Prima di tutto di imparare a fare le interviste , perché ogni tanto dice di quelle cretinate.. Quando si parla di personaggi importanti bisogna anche essere in grado! Vista così non ha una grande personalità . a parte una buona determinazione , che è già qualcosa”

E buone conoscenze ..le è capitato qualcuno che si è presentato dicendo “sono amico, parente di..”

Sì, eccome. Ma non ne ho tenuto conto per niente. Il bello del casting è questo: che puoi dire “io la persona che mia ha segnalato l’ho vista, ma purtroppo poi la rete non l’ha scelta”. Comunque la raccomandazione vera non viene dall’ufficio casting , ma dal produttore, che dice “Devi prendere Gianna, punto e basta”

Il look giusto?

“Dipende dal provino. Se vieni a fare la ballerina devi avere un abbigliamento idoneo: ma non tuta o scaldamuscoli , o fasce per dimagrire ..devi avere il look che si vede in televisione! Non ce l’ho con la dieta , perché io sono oversize , ma nessuno viene a chiedermi di mettermi il costume da bagno”

Quanto viene perdonato un momento di emotività?

“Al provino molto. Perché mi rendo conto che uno non sa esattamente a cosa va incontro. E allora c’è sempre un attimino di defaillance. Ma poi si supera, in genere”

Quindi non è cattiva?

“No, cerco di guardare le persone in viso, di essere carina , sorrido”

Ci sono persone su cui lei aveva puntato e che invece hanno mollato?

“Sì, soprattutto donne, magari perché si sono sposate…Come la moglie di Maldini , che era una modella”

Gioventù e bellezza continuano a essere due parametri fondamentali?

“Su certi lavori sì. Come conduttrice o giornalista credo di no. E poi se c’è una gavetta da fare, la puoi far fare ad un ragazzo , non ad un uomo di 30-40 anni”

Non ce ne sono un po’ troppi oggi che cercano di fare tv?

“Assolutamente sì: pensano che sia più facile fare televisione che fare un lavoro”

C’è molto vuoto in questi ragazzi?

“Mah, più che altro è illusione, una speranza di trovare in un mese la chiave di volta per avere successo, ricchezza , fama”

Lei che ci sta dentro , pensa davvero che sfondare in tv sia così importante?

“Per me no. ma per i ragazzi purtroppo è così. Io dico sempre : l’importante è essere famoso , o importante, nel proprio ambito. Se io faccio la cassiera al supermercato , posso diventare la più importante perché sono la più brava , la più disponibile , perché tutti mi ammirano , e così divento una protagonista. Invece oggi la gente vuole diventare protagonista televisiva , non della propria vita”

Un suggerimento per chi vuole fare un provino..

“Di non pensare di trovare in un colpo solo il successo. E’ dura”

Nessun commento: