mercoledì 1 luglio 2009

INTERVISTA A FRANCESCO COSSIGA

Intervista a Francesco Cossiga , l’uomo delle picconate. Ora senatore a vita ed ex presidente della Repubblica.

FrancescoCossiga

Presidente , partiamo dai rapporti Italia-Usa: l’idillio è credibile?

“Ad Obama dell’Europa , e in particolare dell’Italia,non importa niente:gli importa solo per le basi militari. Il giorno che non gli serviranno per le basi , i giovani americani non sapranno neanche dov’è l’Italia. Comunque credo che il connubio proceda bene,anche perché ora gli Usa si sono messi in urto con il duo Sarkozy –Merkel : ad Obama del multilateralismo non gliene può fregar di meno . E Berlusconi gli ha detto sì a tutto : Guantanamo , aumento delle forze in Afghanistan, trasformazione di Villa Certosa in sede estiva dell’ambasciatore..

Passiamo ai fatti di casa : Maroni collega le affermazioni di D’Alema alla ripresa di una certa eversione

“Questo mi sembra assolutamente esagerato. Quando D’Alema parla di scossa, non ne parla come possibile autore di una scossa , ma ne parla come qualcosa che può accadere all’interno del Pdl, o che può essere causata dalla magistratura. O da Zappidu

Forse D’Alema avrà saputo qualcosa dai suoi amici magistrati dice il ministro Fitto

“Ho consigliato a Berlusconi di lasciar stare la magistratura. Machiavelli diceva “I nemici o li si fa amici, o si spengono”. Lui va a sfruculiare sulle intercettazioni, trasferimenti o cose del genere, ma non dà la botta che loro temono: la separazione delle carriere. Ci sono due modi di far la guerra : farla o non farla. Ciò che tema l’entourage di Berlusconi è, o un’incriminazione per corruzione di minorenne, o che la Corte Costituzionale dichiari non valido il Lodo Alfano : e lì fanno un processo e lo condannano. E uno condannato per atti giudiziari , non può rimanere neanche un minuto a Palazzo Chigi. Vi è un principio della strategia politica secondo cui i conflitti interni si risolvono facendo guerra all’esterno”

Si riferisce al Pd?

“Non è che il Pd provochi scosse , ma certamente le agevola”

Lei ha parlato di Draghi come papabile alla successione del Cavaliere

“Sì. L’altro papabile è Mario Monti, anche se non credo si voglia mettere in questo impiccio. Vede, nel quadro politico, la politica non c’entra nulla. Ora Berlusconi dovrà regolare i rapporti con Veronica. Quando sono andato da lui , l’ho trovato addolorato per quello che la moglie gli aveva fatto. Adesso pare che , con la leggera flessione del voto elettorale, sia incavolato nero e non gli voglia dare più nulla. Potrei dare anche cifre, ma…ho saputo da uno dei banchieri di Berlusconi quello che Veronica gli ha chiesto”

Dica , dica..

“Un miliardo di euro. Lui adesso è furibondo..per la questione dei voti cattolici”

ap_9295098_34160

Il gossip ha influito sul voto?

“Certamente ha influito su una fascia di elettorato cattolico , specie quello femminile del Sud , che è emigrato o nell’astensione o nell’Udc. Ma la Chiesa come istituzione preferisce uno sciupafemmine che segue le sue direttive , piuttosto che un marito pio devoto come Franceschini che gli fa guerra su ogni cosa”

Casini e Murdoch in tutto ciò?

“casini è un ragazzo che cerca di conquistarsi uno spazio. Murdoch è furibondo, per l’Iva e per il digitale terrestre. Poi c’è il partito, Repubblica. Con De Benedetti male hanno fatto , perché io al banchetto fusione delle banche , Telecom e Cai dicevo : povero ragazzo, dategli qualcosa , un incentivo. Ma lui, addolorato, al banchetto no ha partecipato”

Quindi in tutto ciò Franceschini è stato tirato in ballo ingiustamente

“No, Franceschini? Franceschini neanche a Ferrara dà la scossa. E ora c’è questo capitolo interessante della guerra interna del Pd

Chi la spunterà?

“Se lo vuole , la spunta il gruppo D’Alema. Anche perché ha detto che vorrebbe il centro-sinistra col trattino, dove ci sia una sinistra alleata col centro”

D’Alema scavalcherà Bersani?

“No, lui presidente, Bersani segretario”

Nessun commento: