mercoledì 22 luglio 2009

INTERVISTA A GABRIELLA CARLUCCI

Gabriella Carlucci , deputato PDL

blu3

Arriva il sì bipartisan alla legge anti-stupro. Un successo?

“E’ una grande vittoria per le donne. Oltre all’inasprimento delle pene , sono state inserite una serie di aggravanti , come la violenza di gruppo. La nostra legislatura si sta affermando come la legislatura in difesa delle donne : prima con la legge sullo stalking , oggi con la legge sullo stupro”

Il sì è stato bipartisan : si inizia a collaborare?

“Credo che su questi temi si debba sempre collaborare. Nel passato , soprattutto durante il governo Prodi , purtroppo all’interno della coalizione di centrosinistra c’erano delle posizioni molto diverse tra di loro. Per questo allora non fu possibile raggiungere alcun risultato. Noi invece andiamo avanti compatti e , tra l’atro, non essendoci più quelle frange della sinistra estrema in Parlamento , è più facile collaborare su questi argomenti”

LA Binetti afferma che le violenze sono favorite dal “velinismo”

“Sicuramente oggi le donne sono più libere. Siamo donne abituate a lavorare , vivere e far tutto anche da sole , senza che questo dia più scandalo. Non c’è più il problema di avere un accompagnatore: quindi in un certo senso siamo anche più indifese”

E’ giusto associare lo stupratore di Roma a una questione morale del Pd?

“Sì, dato che il vecchio reato di questo signore era conosciuto; nel momento in cui si dà un incarico così importante , credo sia giusto verificarne i precedenti. Bisogna porre più attenzione alla classe dirigente , anche a livello locale. E’ essenziale che non vi sia traccia di precedenti in chi deve rivestire ruoli così rilevanti”

Questo vale per entrambi le parti politiche?

“Assolutamente sì”

A proposito di questione morale , i fatti privati dei politici dovrebbero rimanere tali?

“In questi ultimi mesi abbiamo assistito a di tutto di più sui giornali: mettere sui giornali come spie dal buco della serratura , non mi sembra giusto. E’ chiaro che se uno si fa portavoce di determinati valori , dovrebbero esserlo fino in fondo, anche nel privato. Ma la sfera privata deve rimanere tale. Quando il portavoce di Prodi venne immortalato mentre parlava con una prostituta transessuale , nessuno rigirò il coltello nella piaga andando a indagare morbosamente sui retroscena”

Come donna si è mai sentita offesa delle vicende o delle polemiche sulla vita del Cavaliere?

“No, perché parto del presupposto che non giudico gli altri. Siccome lavoro ogni giorno in Parlamento, vorrei essere giudicata per quello che dico o faccio in Parlamento. Non mi sento coinvolta o paragonata a nessun’altra. Ho un curriculum rispettabilissimo , quindi preferisco non essere messa sullo stesso piano di un’altra”

gabriella-carlucci

Lei ha proposto la moratoria contro l’aborto . Toccare questo tema è da impavidi..

“Facciamo le leggi per la procreazione assistita e poi permettiamo milioni di aborti l’anno. Vogliamo porre fine alla consuetudine che soprattutto nei paesi in via di sviluppo , fa sì che l’aborto venga impiegato come metodo di contraccezione o , peggio, di selezione eugenetica. Speriamo che il governo chieda all’Onu di intervenire. Viceversa in Italia , ci piacerebbe che la 194 fosse applicata in fondo , e che i consultori indicassero alle donne le vie alternative all’aborto con un sostegno vero”

Anche sul controllo della Rete ha fatto infuriare Beppe Grillo

“Negli ultimi anni internet ha avuto uno sviluppo vorticoso: ma non esistono leggi che lo regolino. Non possiamo permettere che la Rete sia il Far West”

A proposito come vede Grillo alle primarie del Pd?

“Come ha detto Pansa “Mancava mago Zurlì , è arrivato Grillo”

Nessun commento: