martedì 22 settembre 2009

INTERVISTA AL SEGRETARIO CISL RAFFAELE BONANNI

Raffaele Bonanni è segretario nazionale della Cisl

Partiamo dei numeri . Secondo il ministro Gelmini si spende troppo per il personale , quindi, bisogna dare una bella sforbiciata..

“E crede che questo sia il momento giusto? Per anni nessun governo , di destra o sinistra , si è preoccupato di affrontare il problema. Ora, in piena crisi economica , si decide di tagliare tutto partendo dai precari. Una scelta incomprensibile dettata più da ragioni politiche che altro

bonanni

In che senso

“Mi sembra tutta una sceneggiata. I grembiulini , i fiocchi, il maestro unico. Simboli di una scuola che sembra cambiare ma che in definitiva resta sempre la stessa. Serve più concretezza.

Eppure gli esuberi ci sono..

“Tra un anno però 28 mila docenti andranno in pensione. E altrettanto saranno nel 2011. Per la prima volta siamo riusciti ad ottenere un’indennità per chi aveva un contratto a tempo determinato, ma non basta.

Il ministro Giulio Tremonti cerca di tenere a bada i conti ..

“il governo dovrà comunque sostenere dei costi per pagare la disoccupazione. A questo punto meglio assumerli con un decreto”

Intanto le proteste diventano ogni giorno più eclatanti..

“Quando non si hanno prospettive è facile essere esasperati.Per questo le persone di buon senso che ci rappresentano dovrebbero fare un passo indietro, essere più responsabili”

Siete pronti a scioperare , semmai con le altre sigle confederali?

“Solitamente preferiamo il dialogo alla confusione. Ma se le controparti restano sorde scendiamo in piazza. E’ successo già lo scorso anno quando io stesso proposi una giornata di manifestazione nazionale alla quale aderirono anche gli altri sindacati”

Torniamo alla crisi. Il Fondo Monetario internazionale ha detto che la ripresa è vicina ma i disoccupati aumenteranno . Per questo ha invitato i governi a non abbandonare le misure di stimolo all’economia. Si può fare di più?

“Si deve. Il governo dovrebbe seguire due strade: tagli alle tasse di pensionati e dipendenti per incentivare i consumi e programmare un piano serio di investimenti nel settore dell’energia e delle infrastrutture

Settore strategici . Intanto si guarda al nucleare..

“Meglio le energie alternative che promettono alta occupazione e guadagni. Le prospettive del nucleare sono a lungo termine. Quello che serve , comunque , è più coesione

Eppure ogni giorno è scontro. L’ultimo tra Chiesa e Berlusconi..

“Una vicenda surreale, sconcertante. Due agglomerati , finanziari ed economici, che si affrontano senza esclusioni di colpi utilizzando i loro media , mentre il Paese cerca di affrontare sfide ben più gravi”

bonanni 2

Si invoca la libertà di stampa..

“Ci sarà solo quando giornali e tv saranno gestiti da imprenditori puri. La società è stufa di queste beghe. C’è il Pil che cala , i cassaintegrati che aumentano , ma la classe dirigente è presa da tutt’altro. Al contrario , come afferma Napolitano, bisognerebbe remare tutti insieme”

Qualcuno sembra ascoltare le parole del Colle . Confindustria a Cgil ieri si sono seduti al tavolo della pace..

“In questo ultimo miglio che ci separa dalla ripresa , spero che Epifani riprenda il cammino insieme agli altri”

Nessun caldo autunno in arrivo?

“Piuttosto attento. Se ci saranno irresponsabilità dal governo o da parte di soggetti sociali , è chiaro che ci aspettano solo guai”

1 commento:

Anonimo ha detto...

be che dire mi attrae molto credo lei sia segretario della CISL un uomo molto affascinante e carismatico ecco perchè io credo in cio' che dice...............by anomina calabrese di 33anni.