martedì 13 ottobre 2009

INTERVISTA A SAMUELE BERSANI, “Se la musica è inconsistente si mangia le parole come un buco nero”

Samuele Bersani esce con il sul ultimo cd a 39 anni compiuti. Un cd che parla “di amore e del presente”

samuelebersani

Sulla copertina dell’album appari mentre urli disperato. Sei arrabbiato?

“Ma no, è uno scatto rubato in studio, stavo urlando per scherzo. Anche se dove stiamo andando a finire non lo so”

Hai dichiarato che viviamo in un Paese narcotizzato , dove si sta tutto televotizzando?

“Se continua così tra Franceschini e Bersani , si deciderà con il televoto. Io non andrò a votare nelle primarie del Pd , ho la sensazione che sia tutto scritto. Mio padre, che è un vecchio militante del Pci, se l’è presa con quello che ho detto a Vanity Fair . Ma ho soltanto detto che l’unico a dire cose normali ormai è Fini. Ma vorrei tranquillizzarlo : no, non lo voto”

Il tuo nuovo album contiene una canzone per la tua città adottiva . Come mai si dedica sempre una canzone a Bologna?

“Bologna mi ha fatto sempre scrivere un sacco in questi anni, è una città che ispira tantissimo. Piena di sorprese dal punto di vista creativo. Ho scritto questa canzone proprio perché sento il peso del cambiamento. Bologna ha perso la notte : dove è finita? Non ci sono più osterie , anche se ho saputo che Cesare Cremonini ne sta aprendo una. Alle 20 di sera si tirano giù le serrande dei bar. La giunta comunale con divieti e ordinanze ha cancellato la notte. Togliere la notte a una città così , piena di universitari è un dramma : la stanno trasformando in un dormitorio. Non voglio andarmene via . Anche perché quando mi allontano , mi basta arrivare al casello , mi sento male. Bologna, dicevano, rappresentava il meglio del Paese , ma io vedo una città grigia. C’è il rischio di diventare reazionari. Non voglio creare polemiche , ho scritto questo brano come una lettera d’amore all’amata”

In Pesce d’Aprile invece te la prendi con l’informazione?

“La canzone è nata tempo fa, quando avevo sentito che volevano trasformare il carcere di Alcatraz in un resort di lusso. L’idea è che ormai l’informazione sia giocata sull’eccesso ad ogni costo. Su internet ogni tanto le notizie sembrano testi di canzoni , ormai si fa a gara a chi la spara più grossa. Ora non conta più quello che fai, ma con chi dormi”

Samuele Bersani samuelebersani

Il disco contiene anche una versione del bombarolo di Fabrizio De André con la partecipazione al piano di Stefano Bollani

“Ha scelto il Bombarolo perché era una canzone che cantavo da piccolo, mi è sempre piaciuta. E così un sabato mi sono visto con Stefano Bollani abbiamo deciso di farla e dopo pochi minuti il brano era pronto”

A chiudere il disco è “16:9”. Un titolo bizzarro?

“E’ il ritratto di una ragazza che ho seguito per pochi giorni , dopo averla vista attaccare i suoi bigliettini sulle bacheche e sui muri universitari. Offriva unghie a domicilio a 10 euro mi ha incuriosito”

Come nascono i tuoi testi?

“Per me è molto più importante la musica. Se la musica è inconsistente si mangia le parole come un buco nero. Io preferisco essere un musicista che un cantautore , e credo di aver rovinato più di una canzone in passato con dei testi sbagliati. Poi le parole invecchiano. Canzoni come “Sicuro precariato” , oggi non la potrei più titolare così perché ormai neanche il precariato è più sicuro”

Come vivi il successo?

“Ma devo dire che io non sono particolarmente visibile, a me i 18enni non mi conoscono neanche perché non sono mai stato ad “Amici”. Il mio vicino di casa appena diventato tronista della De Filippi è già molto più famoso di me”

Ma andrai a X Factor

“il mio babbo dice che esagero un po’ troppo a non farmi vedere. Ho il record di assenze. E poi ho grande simpatia per Morgan , sa veramente di quello che dice. I partecipanti sono ragazzi giovani che sognano una cosa, diventare cantanti, e poi magari durano solo cinque mesi. E’ la mentalità di oggi

E il Festival di Sanremo ? Ci tornerai?

“Guardo sempre la prima serata poi mi eclisso. L’Ariston mi mette il magone. Abolirlo? Sarebbe come cancellare la Festa di Santa Lucia”

Quale musica ascolti?

“Preferisco parlare dei film che guardo e consigliarne uno che ho appena visto : Louise e Michel. O di programmi tv. Ne vedevo uno su Sky Uno che andava in onda l’una di notte: Il momento della verità. Era allucinante. Perché questo è il mondo che premia la verità anche se uno va in tv a dire che è un evasore o che tradisce la moglie. La tv legittima la merda”

Hai un blog?

“No, ma uso Facebook. La uso come il vicino del piano di sotto. Se non scrivi niente ti criticano, appena fai una roba sbagli e ti chiedono se sei davvero tu. Mah”

2 commenti:

Lucy ha detto...

Dopo 3 anni più o meno dall’ultimo album (lui stesso ha spiegato che per scrivere bisogna vivere, per questo l'uscita del suo album è stata così tardiva), finalmente è tornato un buon Bersani, cantautore e con collaborazioni degne di nota (come “Ferragosto”, la cui musica è niente di meno che di Cammariere, o “Il Bombarolo”,tributo a De Andrè, accompagnata al piano da un grande del jazz italiano, Stefano Bollani…). L’ho visto anche ad Xfactor e consiglio di acquistare il nuovo cd, in quanto credo sia sempre stato uno dei più talentuosi artisti italiani…(ma forse parlo troppo da fan :P ) Ho trovato un video amatoriale per “Ferragosto”
http://www.youtube.com/watch?v=cpq1CYRWx5Q
qualcuno sa quando uscirà il video ufficiale?^^

raffa ha detto...

io ho visto Samuele Bersani alla Feltrinelli di Roma, credo sia ancora in giro a fare promozioni in radio e librerie...Che bello Manifesto Abusivo, avevo sentito parlare del fatto che aveva fatto cover di Bombarolo e per questo l'ho scaricata da Itunes, una bonus track meravigliosa, un bellissimo omaggio che Samuele ha voluto fare al grande Faber :-D

Io spero parta un suo tour, tre anni di assenza sono tanti eh?!