venerdì 22 gennaio 2010

INTERVISTA AD ALBERTO GIORGETTI, SOTTOSEGRETARIO DELL’ECONOMIA “L’opposizione ha proposto interventi significativi di sostegno al reddito con coperture incerte se non facendo ricorso a nuove tasse. Fare interventi maldestri solo per il dialogo sarebbe un danno”

Aloberto Giorgetti è sottosegretario dell’Economia.

© Marco Merlini / LaPresse 12-05-2008  Roma Politica Galleria Colonna - giuramento dei sottosegretari del Governo Berlusconi Nella foto  il sottosegretario all'Economia e Finanze Alberto Giorgetti

Riformare le tasse significa abbassarle?

“Credo che la riforma fiscale debba andare nel senso della diminuzione , oltre che di una selettività migliore e più efficace. Ma l’obiettivo fondamentale è l’abbassamento della pressione fiscale”

E come si fa?

“Abbiamo fatto una buona manutenzione dei conti pubblici, che significa minor spesa per interessi sul debito. Se il Pil risale le risorse in più possono andare alla riduzione del carico fiscale. Il federalismo fiscale andrà di pari passo. Finora tutto è andato bene tranne la crescita del Pil”

Ma resta il nodo della spesa pubblica

“Per tagliare le tasse senza ripresa servirebbero interventi pesanti sulla spesa. Una condizione che mi pare non ci sia in un sistema Paese che ha tenuto e che comunque ha già avuto dei tagli. Altri scenari sono oggettivamente difficili in questo momento”

Il Pd non fa che chiedervi di discutere in Parlamento di questi temi

“Non c’è difficoltà da parte di alcuno a confrontarsi. La difficoltà che noi poniamo è sempre stata la sostenibilità rispetto ai conti pubblici. Per esempio l’opposizione ha riconosciuto ma considerato insufficiente il bonus famiglia: per fortuna non è stato così , ma quella misura rischiava di andare al risparmio e non ai consumi.

Giorgetti-Alberto

Vuol dire che si diventa più attenti , con pochi soldi in tasca?

“Bisogna fare attenzione : se uno sgravio non incide sulla domanda, è solo un costo in più ma non fa bene all’economia. La nostra potrebbe esser percepita come eccessiva sofisticazione, ma guardiamo allo sbandamento della Grecia. L’opposizione ha proposto interventi significativi di sostegno al reddito con coperture incerte se non facendo ricorso a nuove tasse. Fare interventi maldestri solo per il dialogo sarebbe un danno”

Nelle riforma ci sarà l’incremento delle tasse sulle cosiddette rendite finanziarie come vorrebbero Cgil e Pd?

“Non siamo preclusi verso questo ragionamento. Ma ci sono degli elementi incongruenti. Il primo è che tassando le rendite comprimiamo ipotetiche spese dei cittadini. Poi : lo scudo fiscale è stato utile ma una critica che viene avanzata è che i capitali sono mobili. E allora chi dice che tassare le rendite dà una copertura certa? Detto questo , se c’è una proposta ragionevole siamo disposti al confronto. Ma non è detto che alla fine si decida”

Avete dovuto rinunciare al governatore più amato secondo le ultime rivelazioni, Giancarlo Galan. Da coordinatore veneto del Pdl ha elaborato il lutto?

“Guardi, inutile nascondersi . La scelta che ha fatto la coalizione su Luca Zaia è stata forte , e dopo 15 anni di buongoverno è normale che possa avere strascichi. Noi come Pdl veneto l’abbiamo osteggiato , poi accettata per la tenuta del governo”

Gli strascichi passeranno?

“Con responsabilità Berlusconi ha inviato Galan nel governo. Questo chiarisce il ruolo del Pdl veneto e di quello che, come ha riconosciuto Letta , è stato il miglior governatore del centrodestra. Il secondo riconoscimento sarà nella giunta Zaia , in cui il Pdl dovrà mantenere un ruolo strategico”

GIORvenezia

Anche se in veneto la Lega vi sorpasserà?

“Non credo, non ho la sfera di cristallo ma anche se fosse non sarebbe un dramma”

Lei è un ex An, indicato tra i finiani . Ma non è tra i più agguerriti

“E’ una vita che ci portiamo dietro questo tormentone. Non ho preso parte del dibattito. Ho un legame con An e Fini ma credo nel progetto strategico del Pdl. Il connubio tra Fini e Berlusconi fa parte della storia di questo Paese , ed opportuno trovare un equilibrio nuovo”

Nessun commento: