lunedì 18 gennaio 2010

INTERVISTA A GIAN PIERO CERIZZA , INVENTORE DI “UN MARITO IN AFFITTO”

Gian Piero Cerizza è l’ideatore del “Marito in affitto”, una società pronta a dare una mano alle donne in difficoltà.

IL MARITO IN AFFITTO - Cerizza Servizi_1263676459952

“Marito in affitto” , uno pensa subito ad un servizio nato per accudire sentimentalmente persone sole..

“Eh sì , ma non lasciatevi ingannare dal nome. I mariti in affitto si occupano di aiutare le persone in difficoltà , principalmente le donne , nei lavoretti di casa ad esempio sistemare infissi , tapparelle rotte, riordino di box , mensole da applicare”

Però non vi occupate solo di lavoretti di casa , siete più “maggiordomi on demand” ..

“In effetti è vero. Ci sono signore senza patente che accompagniamo ogni settimana a portare il proprio cane alla toilettatura o per esempio alla casa al lago dove ne controlliamo il buon funzionamento”

Come è nata l’idea di costituire una società di questo tipo?

“L’idea è nata nel 2007. Mi trovavo in difficoltà con la mia attività di carrozziere e mentre stavo facendo un lavoretto a casa di un amico d’infanzia , un commercialista, pensavo alla potenzialità che avrei potuto avere risolvendo i problemi della quotidianità che inevitabilmente ognuno di noi ha nelle proprie case o uffici”

Perché una donna sola dovrebbe chiamare lei per sistemare un rubinetto che perde e non un idraulico vero e proprio?

“Ci siamo accorti che una donna sola preferisce avere solo un riferimento a cui rivolgersi per tutte le evenienze , col tempo poi si diventa uno di famiglia e non vogliono più avere tante persone per casa. Un marito in affitto appunto!”

Effettivamente in tv spesso si vedono servizi di persone che approfittano delle donne di una certa età per estorcere denaro esorbitante per lavori irrisori

“Infatti, invece di un marito , lei si fiderebbe no?”

image

Veniamo ai costi , avete un tariffario o lavorate a forfait?

“E’ molto vasta la gamma degli interventi , il costo orario va dai 20 euro in su. Per essere più precisi facciamo sovente un preventivo gratuito”

Quali requisiti deve avere un marito in affitto per affiliarsi?

“Indispensabile è l’affidabilità per arrivare al nostro obiettivo: diventare un punto fermo a cui rivolgersi per qualsiasi problema , non solo per riparazioni di casa , ma anche per commissioni e consigli : per esempio che tipo di gomme montare sulla macchina. Questo è lo spirito del marito in affitto”

In tempo di crisi ha registrato un aumento di richieste di collaborazione , magari dea persone che vogliono integrare il proprio reddito di lavoro?

“Abbiamo ricevuto richieste di affiliazione soprattutto da persone che non avevano proprio un reddito di lavoro”

Che cifre si possono guadagnare mediamente offrendosi come il MacGyver della situazione in una città come Milano ad esempio?

“Per fare il marito in affitto ci vuole un minimo di spirito imprenditoriale. Noi a Monza , dopo 2 anni, siamo in quattro a lavorare a tempo piano e considerando “l’aria che tira” al giorno d’oggi , avere un lavoro è già un successo”

"E quanti collaborati avete in Italia?

“A Monza e Brianza per i lavori impegnativi abbiamo 4 collaboratori artigiani professionisti con certificazione: idraulico, elettricista , muratore, imbianchino. Invece affiliati accreditati , attualmente sono una ventina . Hanno sottoscritto con noi un contratto di franchising diventando “il marito in affitto” di una città in esclusiva”

Guardando il vostro sito sembra che abbia intenzione di fare le cose in grande , avete previsto una sezione in francese e in tedesco anche se ancora in costruzione..

“Pensiamo che le esigenze di una casalinga francese o tedesca siano del tutto simili a quelle di una casalinga italiana. Inoltre quest’anno abbiamo suscitato l’interesse di alcune testate giornalistiche polacche e greche e addirittura abbiamo avuto un servizio proposto in Germania dalla ZDF secondo canale tedesco”

Chi è il vostro cliente tipo?

“Signore solo o mogli di mariti che preferiscono dedicare i week end ai loro hobbies preferiti piuttosto che passarli con la cassetta degli strumenti in mano”

image

Quindi molto spesso sostituite anche i mariti un po’ svogliati?

“Tanto per rendere l’idea, in luglio un marito ci ha chiamato per chiederci di portare la moglie e la suocera alla casa delle vacanze al mare. Non badava al prezzo ma l’importante era di fissare l’appuntamento il più presto possibile!”

Dica la verità , secondo lei i mariti italiani sono un po’ imbranati o sono più svogliati?

“Direi che per la maggior parte sono furbi . Ho sentito tante volte dire: senta un po’ cosa vuole mia moglie , così non mi stressa più”

Un’ultima curiosità se mi consente , vi sono arrivate chiamate un po’ osé…?

“Sinceramente in due anni ni sono capitate solo tre richieste telefoniche un po’ strane , tre spiritosi che con la voce femminile facevano avances”

Nessun commento: