martedì 2 febbraio 2010

INTERVISTA A CAROLINA KOSTNER , PATTINATRICE ““Io sono molto soddisfatta del mio cambiamento , avevo bisogno di tempo per raccoglierne i frutti”

La Carolina Kostner veniva data per finita e invece la principessa del ghiaccio ha vinto gli Europei e si è conquistata il posto per i Mondiali di Vancouver.

euromedal

Complimenti per la vittoria di Tallin. Quanto temeva di non farcela?

“Io ho sempre avuto fiducia, aspettavo solo il momento di poterlo dimostrare”

Sentiva il peso della competizione con Valentina Marchei , che le ha soffiato la vittoria ai campionati italiani?

“Assolutamente no , ero in gara con tutte le atlete , ma io mi sento in vera competizione solo con me stessa”

Un vero riscatto, segnato però da una caduta: quanto è stato umiliante?

“Per niente. Le cadute fanno parte del mio sport , ovviamente se si fanno i salti più difficili e di livello superiore si rischia di più di cadere. L’importante è rialzarsi con il sorriso e ripartire … come nella vita”

bestscores

Non è la prima della sua carriera , che cosa prova quando le capita?

“Come le ho detto cadere è all’ordine del giorno , certo si cerca di evitarlo in gara , in ogni caso bisogna rialzarsi , fingere che non faccia male e riprendere subito il ritmo. Poi magari a letto le gambe fanno così male che non si riesce ad addormentarsi. Ma ne vale la pena”

Molti temevano che il cambiamento , con l’allenatore di Los Angeles, potesse averle fatto male. Ora tutti dicono che invece è stata una svolta positiva. E’ così?

“Io sono molto soddisfatta del mio cambiamento , avevo bisogno di tempo per raccoglierne i frutti”

In che modo è cambiata Carolina?

“E’ più consapevole di se stessa e della sua potenzialità”

b9490b1ead784e2c9d7615f90810978f

Ha dedicato la vittoria a Gloria : chi è?

“E’ una bambina purtroppo morta a dicembre scorso che aveva il desiderio di conoscermi e di pattinare con me : un desiderio che sono riuscita a realizzare ad aprile scorso. Ora spero che lei dal cielo mi aiuti a realizzare il mio a Vancouver”

Vestiva uno splendido abito di Cavalli , è vero che che lo stilista la vestirà anche alle Olimpiadi?

“Certo, sono onorata e orgogliosa di portare in tutto il Mondo il Made in Italy con i capi disegnati e realizzati da Roberto Cavalli dal 2006 , sono abiti unici e meravigliosi. Per Vancouver saranno una sorpresa”

I costumi influenzano la performance?

“Non possono modificare molto il risultato , ma un abito in sintonia con la musica, la coreografia, ecc. sicuramente aiuta , anche a sentirsi in sintonia con se stessi”

La aiuta essere bella?

“Penso di essere una ragazza normale , non penso mi aiuti e non ne sento il peso”

Difetti fisici : cosa cambierebbe di sé?

“Per ora nulla”

E del suo carattere? Qualcuno dice che è un po’ algida , altri che sia troppo testarda

“Vorrei imparare ad essere meno sensibile alle male lingue”

carolina_kostner_g

Il suo fidanzato è il campione olimpico di marcia Alex Schwazer ; sente la rivalità?

“Alex è una persona meravigliosa , stare con un campione di tale livello mi aiuta: lui mi capisce e assieme cerchiamo sempre nuovi stimoli”

Cosa odia del mondo dello sport?

“Vorrei che facessero vedere più sport in televisione , non solo e sempre calcio”

Il suo primo ricorso sui pattini..

“Quattro anni con il mio primo vestitino rosa a Ortisei con mamma e papà”

Quanto l’hanno influenzata i genitori?

“I miei genitori non hanno mai insistito , ero io che insistevo”

Prima il pattinaggio su ghiaccio era una disciplina semi-ignorata , poi è arrivata lei… quanto si sente responsabile?

“Sono molto contenta che i miei risultati e quelli dei miei compagni di squadra abbiano fatto conoscere alle famiglie italiane il pattinaggio”

Quando si spengono le luci e inizia il programma… cosa pensa?

“A niente , solo a fare bene e divertirmi. Cerco di trasmettere le emozioni che provo a chi mi guarda”

Quanto è importante la disciplina?

“Fondamentale”

E quanto la dieta: lei ne segue una?

“Cerco solo di non mangiare troppi dolci e cose fritte nei periodi di gara”

Carolina_Kostner

Quanto è alta e quanto pesa?

“Sono alta 1,68 e peso 53 Kg”

A cosa rinuncia a malvolentieri?

“Al pandoro e alla cioccolata”

A proposito di rinunce , quanto le costa la lontananza da famiglia e amici?

“Molto ma ci sono abituata ormai, è da quando avevo 14 anni che vivo all’estero”

E’ più bello esibirsi in solitudine o con tutti i riflettori puntati su di sé?

“A me piace molto allenarmi da sola… ma il calore del pubblico è sempre speciale”

Gli spot pubblicitari li ha fatti per guadagnare o farsi conoscere?

“Per avere i soldi per potermi permettere un allenatore , un fisioterapista , una coreografa e uno staff di livello”

Un posto dove vivere per tutta la vita?

“Ortisei”

Figli: ci pensa?

“Non è un pensiero che ancora ho fatto, di sicuro un giorno ne avrò comunque , ora mi sento troppo giovane”

Un sogno da realizzare per se stessa?

“Riuscire a pattinare al meglio”

Uno per l’Italia?

“Portare ancora in alto il tricolore”

Se domani si svegliasse e nessuno la riconoscesse più, da cosa ricomincerebbe?

“Ricomincerei comunque a pattinare…”

Nessun commento: