lunedì 8 marzo 2010

GIANFRANCO ROTONDI ““Io sono il primo a criticare i dirigenti del Pdl che hanno presentato le liste a poche ore dalla chiusura”

Gianfranco Rotondi è stato durissimo con gli alleati del Pdl, dopo il caso della lista Polverini nel Lazio.

Rotondi

Ministro, e adesso che si fa?

“Bisogna consentire agli elettori di scegliere. Dopo quindici anni di bipolarismo , se uno dei due candidati non c’è le elezioni sono falsate”

Lei però non ha lesinato critiche..

“Io sono il primo a criticare i dirigenti del Pdl che hanno presentato le liste a poche ore dalla chiusura. Ho riciclato una frase di Montanelli “Non vi offendete perché io non vi ho insultato , ma vi ho descritto”, sottolineando le loro incapacità”

Ma come è stato possibile arrivare a questo caos nelle liste?

“Si è giunti a questa situazione dopo aver perso giorni e giorni per cacciare gli sgraditi dalle liste e mettere dentro gli amichetti. Ora questo accade ovunque , ma chi ha fatto questo mestiere sa che nelle prime pagine di ogni manuale politico al primo punto si parla dei metodi di presentazione delle liste”

Quando parla di amichetti allude anche al caso di Roberto Conte in Campania?

“In Campania in una lista che appoggia Caldoro è stato infilato un candidato che è stato condannato in primo grado per associazione mafiosa. Ora anche se l’appello potrà ribaltarla la sentenza al momento esiste”

Come se ne esce?

“Se Caldoro vincerà su De Luca grazie a 10 mila voti che porterebbe in dote al centrodestra quella lista , come lui ha annunciato si dimetterà”

rotondi-large

Intanto però va risolta la situazione in Lombardia a Lazio

“Sia la maggioranza che l’opposizione hanno interesse che le elezioni non siano falsate. Ma con la legge che c’è non è facile immaginare vie d’uscita”

In caso di esito negativo dei ricorsi Polverini e Formigoni potrebbero ancora vincere?

“Dispiace per la polverini , che è un ottima candidata. Diversa la situazione della Lombardia dove la base elettorale del Pdl è più forte e può contare su un fuoriclasse come Formigoni , il miglior governatore italiano”

Tirare in ballo il Quirinale è stato un errore?

“Sì. Sarebbe più logico appellarci all’opposizione perché convenga con noi verso una soluzione bipartisan. Che , sia chiaro, bisogna anche inventare perché non è facile da trovare”

E’ difficile trovare una riorganizzazione all’interno del centrodestra?

“Nel Pdl saranno presi provvedimenti in merito ma più in generale è necessario , come ho già detto più volte in questi mesi , una regolamentazione giuridica dei partiti”

Nessun commento: