martedì 13 aprile 2010

INTERVISTA A GARRY MARSHALL , REGISTA “Dai miei nonni italiani ho ereditato l’amore per l’opera e il senso della famiglia”

Garry Marshall si definisce il terrore degli spettatori maschi sopra i 45 anni. In realtà incanta , a colpi di commedia sentimentale, il popolo cinematografico. Il sessantaseienne sceneggiatore- regista è una fetta dell’entertainment americano: ha ideato le serie Happy days e Mork & Mindy . Al cinema ha firmato film come Pretty Woman , Se scappi ti sposo, Paura d’amare.

garry_marshall

Lo scorso San Valentino ha creato Valentine’s day (Appuntamento con l’amore) e ha incassato 52 milioni di dollari in tre giorni in Usa . Merito anche del cast Hulia Roberts ,. Jessica Alba , Jessica Biel, Shirley Mc Leine, Patrick Dempsey, Jamie Foxx, Anne Hathaway, Aston Kutcher e altre star.

Tutto ambientato a Los Angeles “OLtre ad essere una città che amo. Los Angeles è un formidabile richiamo per le dive fresche di maternità che non vogliono allontanarsi da casa . Da questo punto di vista , mi sono costruito una vera banca dati”

Lei ama lavorare con gli stessi attori. Con Julia Roberts e Anne Hathaway siete al terzo film , poi c’è l’immancabile Hector Elizondo

“Non posso proprio fare un film senza Hector. In Appuntamento con l’amore manca all’appello , al fianco di Julia Roberts , Richard Gere : non ce l’abbiamo fatta a conciliare i rispettivi impegni. Julia l’ho conosciuta quando aveva 21 anni . Ma non credete a quei registi che dicono di riconoscere il carisma dopo due battute a un provino. Ci siamo resi conto della magia di Julia durante le riprese di Pretty Woman. Il primo è stato Richard Gere , che mi disse “Con lei in scena io divento superfluo”. All’epoca uscivano pure insieme , con nostra grande preoccupazione. L’atmosfera era molto più serena ai tempi di Se Scappi ti sposo e oggi Julia è finalmente una donna appagata. Io non credo a genio e sregolatezza. La follia va bene sullo schermo, ma non nella vita. Da questo punto di vista , qualche problema me l’ha dato Robin Williams ai tempio di Mork & Mindy. Era reduce dal Saturday Night Live e aveva una tendenza alla vita spericolata e alla bravate notturne. Eh, l’ho dovuto mettere in riga”

Come ha fatto a lanciare tanti divi?

“Il segreto è cucire loro personaggi su misura. Mia sorella Penny non è una bellezza alla Brigitte Bardot , ma dopo il successo con il ruolo di Laverne nella serie Tv Laverne & Shirley ha potuto far quel che voleva , compresa la regista. Il discorso del ruolo su misura vale anche per Anne Hathaway : è stata scelta per fare un film come Rachel sta per sposarsi di Jonathan Demme solo perché si era fatta conoscere come Pretty Princess”

Appuntamento con l’amore è un tripudio di buonismo. La crisi economica non ha fatto perdere agli americani il romanticismo?

“Penso che l’attuale crisi senza l’amore sarebbe insostenibile. Il mio lavoro è proprio ricordare che in questi momenti così difficili l’amore è di grande aiuto”

Com’è cambiato il modo di esprimere l’amore in questi cinquant’anni?

“Una volta amarsi significava guardarsi negli occhi , farsi dei complimenti , sorridersi. Oggi invece è tutto un sms “ciao”,”ti amo”, “mi manchi” , “era carino il tuo vestito”. Tutto troppo tecnologico e virtuale , per i miei gusti. E anche troppo esplicito . Sa, vengo da una famiglia di origine italiane( Masciarelli è il suo vero cognome ndb)”

Garry Marshall-11

Quanto queste sue origini hanno influenzato il suo cinema fatto di famiglia e sentimenti?

“Molto. Mio padre, da ragazzini, ci spacciava per Wasp , anglosassoni puri. Ma una domenica al mese andavamo a trovare i nostri nonni che parlavano solo italiano. A noi figli sembrava tutto molto strano. E alla fine ha dovuto confessare a tutti le nostri origini abruzzesi. Dai miei nonni ho ereditato l’amore per l’opera e il senso della famiglia. Frank Zappa ha detto che la vita è troppo bella per non condividerla con le persone vicine. E così nei miei film metto i miei parenti . In Appuntamento con l’amore ci sono i miei figli e persino mia moglie : glielo dovevo da quando tagliai il suo cameo in Pretty Woman. La ragazza paraplegica piena di humor che si vede nella scena dell’aeroporto è mia nipote. E il negozio di fiori al centro del film si chiama Siena Bouquet perché mia figlia ha sposato un italiano , ha fatto il viaggio di nozze a Siena e ha battezzato la mia nipotina con il nome della città”

Quali sono i tabù di ieri che oggi possono essere infranti in una commedia rosa?

"Finalmente abbiamo potuto raccontare in un film per famiglie una romantica storia d’amore tra due uomini , anche se abbiamo evitato baci per incorrere in censure. E creare una coppia interrazziale tra Jamie Foxx e Jessica Biel. Poi, mostriamo donne impegnate che oggi sono considerati normali: Julia Roberts è una donna soldato. Anne Hathaway è una segretaria che arrotonda lo stipendio facendo la telefonista erotica. La vera rivoluzione nei rapporti di coppia è arrivata quando le donne hanno iniziato a lavorare davvero. Da qui sono nati i conflitti , ma anche tanti spunti interessanti per le storie da raccontare. In Tv, vedo che nelle serie drammatiche ci sono ottimi personaggi femminili. Ma con poche eccezioni alla Sex and the City , l’industria dell’entertainment è ancora sostanzialmente maschilista , specie per quanto riguarda la sfera sessuale. Si preferisce mostrare donne della polizia scientifica che sezionano cadaveri piuttosto che domatrici sessuali. Una volta ho provato a fare una commedia cui le donne avevano il potere sessuale : ai produttori sono venuti i capelli dritti”

Appuntamencon-con-L-amore-Foto-Dal-Film-46

Anche ai tempi di Happy Days i problemi con la censura erano notevoli

“Giravamo negli anni 70, ma con la scusa che la serie era ambientata nei 50, quando neri e gay non esistevano per la società americana , i produttori ci tagliavano tutto. In un episodio Fonzie doveva andare alla famosa marcia in Alabama per gli afroamericani: fu trasformata in un meglio identificato raduno per l’uguaglianza razziale. In un altro episodio , doveva uscire con una vergine, ma la parola era proibita. La definimmo “una ragazza pura come la neve che inizia a franare tipo slavina”. Dall’altra parte , però giornalisti e intellettuali mi attribuivano interpretazioni al di là delle intenzioni. Definirono Fonzie la personificazione dell’ideologia marxista , di quel proletariato in ascesa contro la borghesia. In realtà l’avevo modellato su un ragazzetto con il quale ero cresciuto , che vestiva rigorosamente giubbotti di pelle nera e alzava il pollice verso l’alto dicendo “Hey”

Nessun commento: