mercoledì 14 aprile 2010

PATRIZIA RAVAIOLI , MOGLIE DEL DIRETTORE DEL RIFORMISTA, E DIRETTORE DELLA CROCE ROSSA ““In realtà Bersani parla un linguaggio più semplice dei suoi predecessori. Perlomeno si capisce cosa dice”

Patrizia Ravaioli , 44 anni, sposata con Antonio Polito direttore del Riformista, ha avuto di recente due gemelli. Il bel quadro familiare è stato turbato dalle polemiche sulla gestione della Croce Rossa , di cui Ravaioli è direttore generale , dopo un’esperienza alla lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e in una società di consulenza di Telecom Italia.

scrivania-1

Un’arringa?

“Molti dati pubblicati erano falsi. I debiti con le banche stanno rientrando : 28 milioni contro i 60 di qualche anno fa. Un’ispezione del Ministero delle Finanze , prima del nostro arrivo, ha scoperto somme percepite illegittimamente da alcuni dipendenti , in larga parte in buona fede , e li stiamo recuperando”

La Croce Rossa è lottizzata?

“No. Il nostro dramma è che in passato è stata assunta tantissima gente senza concorso. Noi abbiamo bloccato questa prassi”

La Croce Rossa spende di più per mantenere la struttura che per l’azione sul campo. Duecentomila euro per il direttore generale sembrano tanti..

“Non lo sono. La mia posizione ha responsabilità molto forti , di cui rispondo anche con il mio patrimonio personale , ed è una cifra molto più bassa di pari posizioni in altri enti pubblici. E’ per questo che abbiamo difficoltà ad attrarre manager competenti”

Addirittura?

“Gli stipendi della pubblica amministrazione andrebbero aumentati. Il punto è premiare chi raggiunge gli obiettivi e punire chi scalda la sedia. Proprio in questi giorni ho firmato il licenziamento nei confronti di un dirigente che non si presentava sul posto di lavoro”

Cambiamo argomento. E’ vero che lei e Antonio Polito , direttore del Riformista, vi sposate?

“Sì. Entro fine maggio”

Lei è sempre d’accordo con gli editoriali del suo fidanzato?

“Quasi sempre. Ho dissentito con certi articoli sulla vicenda di Eluana Englaro, quando lui , nel suo modo di fare così libertario , ha preso una posizione più vicina al mondo cattolico”

E sulle schermaglie tra Polito e si suoi vecchi giornali, la Repubblica e l’Unità, dove sta?

“Con Antonio a prescindere . perché è uno dei migliori giornalisti della carta stampata in Italia, e perché quello dei giornali è diventato un dibattito di appartenenza. Parliamo molto di queste cose la sera , davanti a un minestrone congelato”

Ravaioli

Non è facile fare figli a 44 anni. Adriano e Sofia sono arrivati senza alcun aiuto?

“No. Dopo una prima gravidanza andata male, sono ricorsa alle nuove possibilità che la medicina per fortuna ci offre”

Che pensa dello scandalo che ha coinvolto Guido Bertolaso?

“Di lui tutto il bene possibile”

Pro e contro le intercettazioni?

“Contro il loro uso sperimentale. Quando l’obiettivo è solo quello di rovinare una persona dando in pasto ai giornali il suo privato”

La sinistra è sempre più lontana dalla gente. Concorda?

“In realtà Bersani parla un linguaggio più semplice dei suoi predecessori. Perlomeno si capisce cosa dice”

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Signora, se per Lei il Suo stipendio è basso, cosa dobbiamo dire noi che oltre a fare volontariato, e attenzione, perchè senza volontari, la CRI non esisterebbe, dobbiamo anche pagarci le divise per fare i servizi? Forse ci fossero meno dirigenti e un pochino più disponibilità verso chi opera sul campo, forse saremmo anche meglio ben visti dalla popolazione. Comunque sarebbe meglio Lei pensasse un po' prima di fare certe dichiarazioni, sono offensive verso chi in questo momento è disoccupato e non riesce neanche a vivere e fare dei pasti decenti.

Anonimo ha detto...

certo che auto quale benefit stipendio altino anzi che no e' facile
magari si volesse occupare di disoccupati invece e' troppo occupata ad andare a feste ed altro. Certo che spocchiare e' facile senza aver mai dovuto lavare pavimenti
stenia baggi Milano

Anonimo ha detto...

Ma non prendiamoci in giro caro direttore, la Croce Rossa per tutti voi è stata la vacca grassa, vi fa vivere benissimo non bene, agiati, e ancora oggi e lo sarà fino alla fine, questra grande vacca grassa, vi ingrasserà ancora di più, quindi, è un'offesa alla dignità delle persone che sentono è sanno,che i vostri stipendi sono enormi di fronte alle difficoltà che la gente vive quotidianamente, non si illuda, per lei finirà certamente la vacca grassa.Parla di responsabilità? Macchè, divertimento, 200,000 €? e quando li vediamo noi? Oggi, come sempre, continuerete a percepire stipendi che forse non vi spettano neppure, provi a vivere con 1500 € e poi me la racconta, non dica eresie, ma sopratutto si vergogni quando dice che non sono molti 200,000 €.

Anonimo ha detto...

deve solo vergognarsi a dire queste cose, se la Croce Rossa è in merda è solo colpa dei dirigenti che non hanno saputo gestire l'ente, con presunzione di essere padre e padroni dell'ente sperperando soldi dello stato spendendo in cose futili nel nome dell'ente e quando servono soldi per i mezzi non ci sono mai, ed essendo uomini messi dalla politica non ha voluto disturbare per avere i nostri diritti per fare risparmiare lo stato, come mai i VVF hanno tutte le deleghe relative al loro operato? e noi no!!!!!
Hanno eletto un presidente che non rappresenta i sette principi che dovrebbero essere il cardine dell'Ente, importante per è apparire e avere più incarichi per guadagnare più soldi e di dare incarichi a persone molto vicino alla sua persona....
se i cittadini italiani che amano tanto la Croce Rossa Italiana saprebbero la verità sulla C.R.I. non so come vedrebbero il nostro ente

Anonimo ha detto...

Condivido condivido in pieno e questo succede a tanti livelli dove c'è volontariato

Anonimo ha detto...

se i debiti sono rientrati perchè state privatizzando ?