martedì 18 maggio 2010

INTERVISTA A NOAH MILLS , MODELLO E ATTORE “In genere , per i modelli e per gli attori, la cosa più importante è avere la faccia giusta. Puoi fare un’audizione fantastica , ma se non corrispondi al tipo che stanno cercando non hai chance”

Noah Mills è il modello venticinquenne , nato a Baltimora , protagonista di molte campagne di Dolce e Gabbana e adesso dei costumi Calzedonia e dell’orologio Breil, nonché attore di Sex and the City 2.

Noah-Mills1

Parliamo di Sex And The City 2 ?

“E ‘ il mio primo film. La mia prima volta su un set”

Arrivarci è stata dura?

“Direi di sì , ho dovuto combattere abbastanza. Ho iniziato a fare audizioni tre anni fa. E, finora , non mi era mai andata bene. Ho fatto provini per American Gangster per alcune serie televisive. Ancora oggi, quando mi capita di guardarle, penso “Avrei dovuto essere lì”

Come si spiega questi insuccessi?

“Non ero pronto , probabilmente . Devi crescere , devi impegnarti di più , studiare. All’inizio , più che altro era un tentativo di fare altro oltre al modello”

Mi racconta qualcosa del film?

“Non l’ho ancora visto. Ho visto il trailer , e lì ci sono io. Sono il fratello minore di Anthony (Marantino , interpretato da Mario Cantone , è l’amico gay di Charlotte ndb) . A un matrimonio incontro un po’ di gente tra cui Samantha”

Samantha , interpretata da Kim Catrall, è la più scatenata sessualmente del gruppo. Con lei avrà un flirt

“Fra di noi c’è una buona chimica”

Sarò più diretto. Fate sesso?

“Diciamo che si crea una certa intimità. Non le dirò se lo facciamo , o se almeno ci proviamo”

IMG_9633.sized

Tutto qui quello che mi può dire della sua parte?

“E’ solo un piccolo ruolo. I giornali stanno dedicando un mucchio di attenzioni al film e , di conseguenza , un po’ anche a me e mi fa piacere. Il primo Sex and The City è stato un successo perché molte donne si sono identificate con sullo schermo. Sarah Jessica Parker mi ha raccontato che non è stato facile convincere gli studios a produrlo. Lei disse “Le mie ragazze verranno a vederlo”. Aveva ragione”

Samantha è la cougar del gruppo , definizione usata per descrivere le donne che si accompagnano con uomini molto più giovani. Opinioni al riguardo?

“Quando decido di uscire con una donna , la cosa più importante non è certo la sua età. Penso possa accadere di innamorarsi di una donna più matura”

La donna più vecchia con la quale ha mai avuto una storia?

“Trent’anni e qualcosa”

Ho capito , niente cougar per lei. Mi racconti dell’esperienza sul set

“Il problema erano i tempi di attesa , tutte quelle lì a non fare nulla. All’inizio andavo in giro come un pazzo , bevevo un caffè dietro l’altro, i pensieri a mille. Alla fine ero distrutto. Mi hanno consigliato di usare il tempo libero per fare qualcosa che mi piace. Alcuni attori fanno gioielli , c’è chi scrive. Io ho iniziato a disegnare”

Che cosa?

“Cowboy. Vorrei fare un western”

Sex And The City 2 è un film modaiolo. Il fatto di essere un modello l’ha aiutata ad avere la parte?

“No. Penso che cercassero qualcuno con un aspetto da italiano , potevo andar bene . In genere , per i modelli e per gli attori, la cosa più importante è avere la faccia giusta. Puoi fare un’audizione fantastica , ma se non corrispondi al tipo che stanno cercando non hai chance”

Fare carriera ad Hollywood è più difficile per un modello o per una modella ?

“Per una donna è più complicato. Avere un viso troppo noto è un limite. Pensi a Gisele Bundchen che interpreta un’infermiera. Non sarebbe credibile . Heidi Klum avuto una parte in Desperate Housewives , ma fa una modella , sostanzialmente interpreta se stessa. Io potrei benissimo fare il poliziotto senza che nessuno pensi : Ehi , quello che me lo ricordo, l’ho visto sfilare”

Come ha iniziato a lavorare nella moda?

“Ero a Vancouver. Incontrai una signora per strada , mi disse se volevo posare per qualche scatto. Avevo 18 anni , lavoravo come commesso da Best Buy , insomma ero più che disposto a provare qualcos’altro. Quando mi pagarono la prima volta fu incredibile : tutti questi soldi per così poco?”

sex-and-the-city-2-samantha-man

I soldi , è questo l’aspetto che più le piace del suo lavoro?

“Alcuni servizi sono interessanti , c’è dentro parecchia creatività , ma la verità è che la maggior parte del tempo si tratta di fare sempre le stesse cose. Per carità, non mi lamento , non si può dire che sia un lavoro duro. Un giorno sei a New York , un altro a Los Angeles , un altro ancora a Milano. All’inizio tutta questa frenesia mi piaceva, ora comincio a desiderare un ritmo più sostenibile , una volta un po’ più tranquilla”

Nella prima foto che ho trovato digitando il suo nome su Google , lei è a torso nudo con una bottiglietta di Coca Cola che spunta dagli slip. E’ stato imbarazzante posare in quel modo?

“E’ uno scatto di Mario Testino , lui mi ha chiesto di farlo , e mi sono fidato. Però , ricordo di aver pensato che a mia madre quella foto non sarebbe piaciuta. Infatti, mi disse che la trovava piuttosto stupida e volgare”

Si è mai rifiutato di fare qualcosa?

“Una volta , una tipa voleva farmi indossare un abito rosso. Le dissi di no. Credo che ognuno di noi abbia i propri limiti , la propria integrità, ma non è che debba per forza avere a che fare con l’esposizione del corpo, con il lato sessuale della questione. Per me integrità è realizzare ciò che ritengo sia meglio , come studiare recitazione o il fatto di aver partecipato a un piccolo film indipendente senza prendere un soldo”

Di che film si tratta?

“S’intitola Happy New Year. E per essere sincero non ho visto neppure questo. Stanno finendo il montaggio , so che dovrebbe partecipare a qualche festival. E’ la storia di alcuni veterani della guerra in Iraq che soffrono di disturbo da stress post traumatico, racconta le loro difficoltà nel ritrovare un ruolo nella società una volta rientrati a casa. Mi sono sentito molto coinvolto: il mio migliore amico è morto in Iraq”

Mi parli di lui?

“Siamo cresciuti insieme. Parti militare prima dell’11 settembre 2001 più che altro con l’idea di andarsene via da Baltimora , di vedere il mondo. E’ morto nel 2004 . Finché non ti capita una cosa del genere , il conflitto ti sembra distante. Quando David è morto mi sono reso conto per la prima volta che quello che era successo in Vietnam sta succedendo di nuovo , adesso. Siamo in guerra da anni, in un posto lontano che non sappiamo neppure dove si trovi, se fosse più vicino sarebbe meglio , sono convinto che sarebbe già finita”

Che ricordi ha del suo amico?

“Da ragazzini , andavamo insieme nei boschi. Ricordo il senso di vulnerabilità che provavo allora e che, in seguito , ho dovuto nascondere. C’è un periodo nella vita , quando sei molto giovane , in cui il giudizio degli altri conta tantissimo. Quel periodo per me, coincise con il momento in cui la mia famiglia andò via da Baltimora . Persi il mio amico di infanzia e cominciai , involontariamente , a indossare la maschera del tipo freddo , che fa solo quello che gli pare. Poi quando ho iniziato a fare il modello , sono entrato nel personaggio di quello che fa i soldi , indossa bene scarpe e bei vestiti . Da un lato , saper recitare una parte è positivo per un attore , dall’altro per diventare un personaggio , devi sapere chi sei”

Bisogna essere prima persona e poi personaggio?

“Esatto. E credo che l’ultima volta che mi sono sentito me stesso sia stato con David. Anche questo mi piacerebbe poter gironzolare con lui nei boschi come un tempo. I corsi di recitazione , però, mi stanno aiutando. Durante, la prima lezione ho pianto. Era tanto tempo che non parlavo di ciò che amo , di ciò che mi fa soffrire . Non so ancora chi sono esattamente , però ci sto lavorando”

Nessun commento: