lunedì 5 luglio 2010

INTERVISTA ALLA NUOVA BAND GIOVANILE “LA FAME DI CAMILLA”

La Fame di Camilla è un gruppo band in cui il cantante è albanese. Hanno suonato da ospiti d’onore all’Arè Rock festival.

Da dove viene il vostro nome?

Jonni “Volevamo che trasmettesse il senso di bisogno di nutrimento dell’anima. E la forte carica istintiva con cui facciamo musica. Cosa c’è di più istintivo della fame?”

E Camilla? Chi è?

Ermal “ Non lo diremo mai!”

tuttomusika_la-fame-di-camilla-sanremo2010-buoi-e-luce

Da quanto state insieme?

Lele “Tre anni ad agosto”

Come vi siete conosciuti?

Jonni “Un po’ per caso. A Bari, in un negozio di strumenti musicali dove lavorava Dino il bassista. In realtà ci cercavamo”

Siete una giovane band ma avete tutti circa 30 anni. Cosa facevate prima di trovarvi? Avevate un piano B se il successo non fosse arrivato?

Dino “Io lavoravo nel negozio di musica e vivevo la vita come ora: senza fare particolari disegni sul futuro. Dipingevo…”

Jonni “Eravamo tutti precari”

Dino “Tu facevi l’avvocato!”

Jonni “Un giovane avvocato è il più precario di tutti”

Ermal “Io lavoravo in un call center : cercavo lavori automatici , limitati e limitanti. Che mi lasciassero lo spazio mentale per la musica. Sarei potuto andare a Bruxelles alla comunità europea ma ho detto no”

Lele “Io ho cercato di mettere la testa a posto , mi sono iscritto a lingue.. Ma alla fine la musica ce l’hai dentro , ti viene a prendere in tutti i luoghi , in tutti i laghi..”

Come dice la canzone che ha vinto Sanremo. Voi quest’estate c’eravate ( fra i giovani). Che esperienza è stata?

Lele “Bellissima”

I vostri fan non si sono sentiti traditi?

Ermal “Ehhhh, manco fossimo gli Afterhours!”

Dino “ No, sono stati felici : abbiamo portato la musica indie-pop su quel palco”

Com’è il festival visto da dentro?

Lele “Una lavatrice , una centrifuga: 200 impegni. E spesso con la musica hanno poco a che fare. Ma ci siamo fatti conoscere”

Dino “Sanremo è visto un po’ male ma l’hanno fatto Afterhours, Bluevertigo , Subsonica …. Alla fine su quel palco ci vuoi stare..”

Ermal “Però forse dovrebbe chiamarsi “Festival italiano con in mezzo un po’ di musica”

Vi spaventano mai le attenzioni dei fan?

Lele “No, fanno piacere”

Dino “Il fatto è che forse non siamo ancora abituati”

Ermal “ Come quando ci hanno chiesto una foto mentre facevamo il trasloco di Dino: tutti sudati, uno schifo stavamo. E va bene. Ma poi non è che siamo i Beatle, eh?”

I vostri testi sono pieni di satelliti , luna, sole, pianeti , gravitare , milioni di stelle …

Ermal “E beh? E allora?”

Ma non è una critica! La domanda è : a chi di voi piace l’astronomia?

Ermal “ A me. Sono convinto che tutto ciò che ci circonda sia strettamente legato a quello che è sopra di noi. E anche sotto. Il concetto di sopra e sotto non esiste: è questione di gravità. Sono sempre stato un grande appassionato di astronomia : mi piace sfruttare quelle immagini un po’ più lontane per descrivere qualcosa di più vicino”

Un’altra parola che torna è fingere

Ermal “E’ quello che facciamo tutti, di continuo. Lo diceva Pirandello : l’essere umano è se stesso soltanto quando si siede alla poltrona di casa sua ed è in solitudine”

La fame di Camilla ha mai finto?

Lele “Mai. Siamo veraci, come le vongole”

Ermal “Siamo passati dalle stelle alle vongole”

Lele “sono un grande appassionato di vongole”

121120082392

Suonare in Albania , il paese di Ermal, che effetto vi ha fatto?

Lele “Non vedevo l’ora di sentirgli dire la scaletta nella sua lingua”

Ermal “E’ stato emozionante : è la mia terra , mi scorre nelle vene”

In Buio e luce c’è un brano che s’intitola “28-03-97”. E’ una data importante?

Ermal “E’ una data triste , troppo. Una carretta del mare – la Kater I Rades – fu speronata nel canale di Otranto da una nave militare italiana. Colò a picco con tutti i disperati : 120 ( era fatta per 9). Io vivevo a Bari già da 3 anni : sentii impotenza e rabbia, immobilità. Con 28-03-97 ho sciolto quella patina di ghiaccio che si era formata sulle mie sensazioni quel giorno”

E voi baresi cosa ricordate degli sbarchi?

Lele “ Non dimenticherò mai le immagini dello stadio delle vittorie ( in cui furono raccolto 20 mila clandestini , nell’agosto del 1991 ndb) : le persone ammassate, non trattate da esseri umani . Una brutta pagina. Per tutta l’Italia”

Dino “In ritardo sull’integrazione razziale lo siamo ancora”

Ermal “ E’ la parola razziale che non va bene. Come tolleranza: la odio. Che vuol dire ? Accettare passivamente le diversità? Rispetto è un’altra cosa”

Tu ti sei sentito spesso tollerato quando sei arrivato in Italia?

Ermal “Non sai quante volte! Guarda, parliamo di musica che è meglio”

Lele “Noi tolleriamo Ermal ogni giorno!”

Essere definiti band italo-albanese vi piace?

Lele “ Lo siamo. Per me è motivo di orgoglio. Poi amo la cucina della madre di Ermal!”

Dove volete arrivare?

Lele “Voglio suonare con loro 3 per i prossimi 40 anni”

Jonni “ Ma se a 70 anni è difficile pure reggere le chitarre!”

Lele “I Rolling Stones ce la fanno”

Non avete un sogno ? Suonare in un posto o con qualcuno in particolare?

Ermal “ Aprire il concerto dei Coldplay, anzi dei Radiohead”

Jonni “Scusa , allora facciamo che sono loro che devono fare da spalla a noi!”

Nessun commento: