lunedì 13 settembre 2010

INTERVISTA AD HERBIE HANCOCK , FAMOSO PIANISTA "Sono gli uomini far sì che accadono i terremoti , gli tsunami"



Herbie Hancock ha compiuto 70 anni , ed è uno dei massimi pianisti della storia, bambino prodigio , lanciato da Miles Davis e poi autore di incursioni felici dal jazz al R&B alle colonne sonore.

Non dica che non c’è legame tra il 70°compleanno e l’ultimo disco , The IMage Project : artisti dei 5 continenti per cover con messaggio, da Imagine di John Lennon e The Times They are a Changin di Bob Dylan ..

“No , non lo dico. E poi non credo al caso. Benché non l’abbia messo a fuoco coscientemente , un legame c’è : significa che sono da tempo sulla Terra – abbastanza da sapere che la globalizzazione è inevitabile e positiva , se siamo noi a scegliere come deve attuarsi – e che questo compleanno coincide con il 2010, l’inizio del XXI secolo. Siamo al principio di una nuova era , al crocevia tra il vecchio modo di pensare ( più nazionalista , egoista , più concentrato sull’Io) e un planetario che riguarda il Noi. Nel cuore di ogni essere umano siamo arrivati al periodo che stavamo aspettando”

Scusi , dove vede i segnali? Dalle maree di petrolio a terremoti a tsunami , dalle inondazioni agli incendi, sembra il contrario. C’è il caos

“Que-sto-è-il-se-gna-le. Il pianeta riflette lo stato dell’umanità . Le cose vanno così male che non abbiamo scelta : dobbiamo cambiare. Siamo noi a far sì che accadono i terremoti , gli tsunami

Addirittura..

“Certo! Noi provochiamo i cambiamenti climatici .. E’ colpa della nostra avidità”

Che fare , ormai? Siamo inermi

“Ma noi dobbiamo solo attendere il cambiamento : dobbiamo promuoverlo. Ed ecco perché ho realizzato questo disco. Il tempo di aspettare che qualcun altro faccia e il tempo per lamentarsi è scaduto: ora dobbiamo essere cattivi. E creare il tipo di mondo in cui vogliamo vivere”

Affascinante , ma utopico

“Che parola divertente , utopia! E’ utopia pensare che un problema sparisca ? No: è utopia pensare che sparisca senza il nostro impegno. Ci sono un sacco di cose che dobbiamo sviluppare : la compassione , il coraggio, la saggezza. E il senso di responsabilità. Ma la parola che racchiude tutto questo è : umanità. Bisogna essere più umani. Più veri.

Già , lei è buddista. Che quest’atteggiamento spirituale sia una toccasana anche per il corpo? Dimostra 20 anni di meno..

“Oh , grazie mille per il complimento! La verità è che quando pratichi il buddismo (Hancock pratica quello della Soka Gakkai ndb) impari a guardare alle situazioni in modo diverso. Siamo abituati a ripetere “Il mio divorzio è difficile da digerire” o “La mia malattia è dura da sopportare”, “Ho perso il lavoro..”. Tutti i problemi seri , ma questa fede ti aiuta a vedere gli ostacoli come opportunità . Per cambiare , per evolversi. E lo stress diminuisce”

Tanta saggezza le ha portato bene anche nel privato:sta da 46 anni con la stessa donna , quasi un unicum nel suo ambiente

“Vede, noi abbiamo un concetto fondamentale nel nostro buddismo: ognuno , indistintamente , porta in sé due aspetti , l’oscurità fondamentale e l’illuminazione. L’oscurità è quella che ti fa cedere “Oh posso bere un drink in più, mangiare un pezzo di cioccolata in più” e tutte quelle cose che tengono lontani dal sentiero dello sviluppo. Poi c’è l’altra voce , che tenta di aiutarci. Recitare il mantra nam.myohorenge-kyo contribuisce a trasformare la negatività in illuminazione”

Ma la pratica ha influenza anche sulla sua musica?

“Le basti un esempio. Una sera , nel 1972, dovevamo suonare in un club di Seattle. La notte prima eravamo andati a 3-4 feste – facevamo spesso così – e c’erano rimaste un paio d’ore per dormire. Eravamo esausti. Solo Buster non aveva dormito ma recitato nam-myoho-renge-kyo. E, quando ha iniziato a suonare , gli è sgorgato un suono che non avevo mai sentito. Stava trascinando tutta la band e l’audience era impazzita! Fu uno show magico. La gente che saliva sul palco , ci dava la mano , qualcuno piangeva.. Tornati in camerino dissi “Buster , ho saputo che tu pratichi una qualche religione nuova per noi. Se ti fa suonare così, voglio sapere qual’è!”. Così , sono 38 anni che recito il mantra”

Ha recitato anche per l’elezione del suo amico Obama , oggi sotto attacco

“Credo in Obama , penso stia facendo del suo meglio. Per il mondo , non soltanto per l’America”

Nessun commento: