lunedì 13 dicembre 2010

INTERVISTA A MARIA LUISA BUSI “IL PROBLEMA DEL TG1 è SILVIO BERLUSCONI”

E’ stata 16 anni filati a condurre il Tg1 , edizione delle 20 : poi una sera Maria Luisa Busi è sparita. Dopo pochi mesi è tornata su Rai 3 , per poco. “il mio programma , Articolo 3, che prendeva lo spazio di Mi manda Rai 3 , è stato chiuso dopo appena 4 puntate”.

Ha una pagina di Libero con scritto nel titolo “Non basta la ricetta dell’antiberlusconismo . Che flop la Busi. Marrazzo tirava di più”.

busi

L’hai conservato

“Lo uso come tappetino per il mio mouse”

Il programma te l’hanno chiusa perché andava male

“Guarda , io sono orgogliosa del prodotto che abbiamo fatto. L’ultima puntata eravamo al 5%. La verità è che certi programmi hanno bisogno di tempo per crescere”

Vuoi dire che…

“Be’, in Rai non è che avessero fatto salti di gioia vedendomi tornare in prima serata con un programma che aveva un ospite fisso come Gherardo Colombo e per titolo l’articolo 3 della Costituzione”

Tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge

“Ecco, appunto. Aggiungici poi due cose: la contro-programmazione organizzata da Mediaset , con staffette tra Retequattro e Canale 5 per seguire il caso di Sarah Scazzi , e l’idea che avevamo, coraggiosa ma non semplice da far passare , di raccontare l’Italia che non ha voce”

E quale sarebbe quest’Italia?

“Avevamo servizi pronti sui disoccupati, sulle discariche abusive..”

E’ l’Italia che, secondo quanto scrivi nel libro, non racconta il Tg1

“Esattamente”

Qualcuno diche che tu ti sia dimessa prima che fosse il direttore Augusto Minzolini a sollevarti dalla conduzione

“E’ una falsità”

Eppure è una voce che gira

“E allora gira male. Perché fui io , in un primo momento , a offrire il mio posto a Minzolini: lui però rispose che non se ne parlava , perché l’ufficio marketing sarebbe stato contrario”

Lui, di tutta la vicenda, dà una spiegazione tutta diversa

“Stenderei un velo pietoso , eh?”

Tu ce l’hai con Minzolini

“No”

Dai..

“Ti dico di no. Posso pensare di aver avuto altri direttori di centrodestra , come ad esempio Clemente Mimun , con i quali il Paese è stato sempre e comunque raccontato , ma il problema , dammi retta, non è MInzolini”

E allora ,scusa , il problema chi è ?

“Silvio Berlusconi”

Ripetilo

“Sì, probabilmente è lui, il problema della Rai. Voglio dire che azienda e Tg sono ormai mortalmente tenuti sotto controllo della politica e ..”

Viene voglia di dire che la Rai è sempre stata lottizzata

“Ma mai come in questo momento. E sai perché?”

No, perché?

“Perché il populismo mediatico , ciò che insomma viene comunemente chiamato berlusconismo , richiede un nuovo tipo di narrazione. Prendi il caso del terremoto in Abruzzo..”

Prosegui

“La fase dell’emergenza , il Tg1 la racconta come si deve. Ma chi è il direttore? Gianni Riotta. Poi, giusto in concomitanza con l’inizio della complessa fase della ricostruzione , ecco che arriva Minzolini e allora noi cominciamo a raccontare che tutto va bene, che Berlusconi ha fatto un miracolo e..”

Tu sei anche stata contestata a L’Aquila

“Ero lì per un reportage , rappresentavo il Tg1. M accolsero al grido “Minzolini! Scodinzolini!”. Fu terribile . Quel giorno compresi quanto profondo fosse lo scollamento tra noi e il nostro pubblico . Al quale , purtroppo , diamo in pasto solo massicce dosi di cronaca bianca”

Maria-Luisa-Busi1

Nel libro fai un elenco di servizi eloquenti

“Vuoi i titoli? Allora: A Milano primo corso di galateo per cani metropolitani. Poi: Ai primi caldi , prese d’assalto le gelaterie di Milano. Ancora: In Italia esistono ancora scuole per maggiordomi. Devo continuare?”

Minzolini dice che questi servizi sono lo zuccherino con cui tenere attaccati i telespettatori al Tg1

“Solo che i telespettatori non sono cavalli..”

Ora che farai?

“Spero mi facciano continuare a lavorare”

Nessun commento: