lunedì 3 gennaio 2011

INTERVISTA A RUSSELL CROWE “Nella nostra vita incontriamo una volta sola il cane giusto e una volta sola la donna giusta. Io ho avuto una grandissima fortuna : li ho trovati entrambi

Vorrebbe sempre vivere tra le 700 mucche scozzesi e i cavalli che alleva in Nuova Zelanda. Ha smesso di bere caffè e ha ridotto le sigarette che fuma. Ama stare a casa , insieme ai suoi due figli, Charles e Tennyson.

Per la moglie Danielle Spencer, sposata nel 2003, sarebbe disposto a tutto. Il suo ultimo thriller , The next Three Days, è diretto da Paul Haggis, lo stesso di Crash, e parla di un tranquillo insegnante che mette a punto un elaborato piano di fuga per liberare dalla prigione la consorte , condannata per omicidio.

Il suo cachet si aggira sui 20 milioni di dollari, anche se i suoi film recenti non sono andati molto bene.

126115_trailer-the-next-three-days

Signor Crowe che cosa l’ha convinta a lasciare la Nuova Zelanda per buttarsi a capofitto in questo thriller americanissimo?

“E’ interessante che lei lo definisca un thriller: io la vedo come una love story pura e semplice”

Mi spieghi perché

“Perché per me l’unica domanda che conta è fino a che punto il protagonista , John Brennan, è in grado di spingersi per salvare Lara ( la protagonista , interpretata da Elizabeth Banks ndb), la donna che ama , e la sua famiglia?”

Attenzione però : Lara è accusata di aver assassinato il suo boss. Come la mettiamo con la legge?

“Questo film affronta problematiche complesse e, come può immaginare , in materie legali vado piuttosto cauto …. si naviga in acque torbide . Va detto però che non tutti siamo convinti , sempre e comunque, che la legge abbia ragione ; semmai siamo più naturalmente inclini a credere nella giustizia”

Lei non sembra avere granché fiducia neanche nel sistema giudiziario. O sbaglio?

“Bè… Ci sono continuamente casi di persone accusate di colpe mai commesse , e di altre che escono impunite pur essendo colpevoli. Non stiamo certo parlando di una scienza esatta”

Le è mai capitato di essere stato accusato ingiustamente?

“Mi sta prendendo in giro?”

Non mi permetterei mai. Torniamo al lavoro. Nl film il suo personaggio rischia qualsiasi cosa per liberare sua moglie . Lei cosa non farebbe per amore di sua moglie?

“La lista di cose che non farei per mia moglie si limiterebbe – credo – a una pagina bianca”

Appassionato e romantico , dopo tanti anni di matrimonio . Come tiene viva la relazione?

“Con molto impegno , come succede a tutte le coppie che lavorano e hanno figli. Con due ragazzini a scuola , io spesso sul set e Danielle in sala di incisione , dobbiamo darci il cambio e distribuirci i compiti. Quando non lavoro , sono impegnato a tempo pieno con i ragazzi : li porto a scuola , li vado a prendere. Poi c’è la cena , il momento delle storie da leggere prima di dormire , e si sono già fatte le 8 di sera. Non mi resta tanto tempo per sfruttare la mia creatività . M ami va benone”

Nomina spesso i suoi bambini : come passa il tempo con loro?

“Sono entrambi maestri di Lego. Charles , il più grande, è un fanatico di videogiochi : passiamo ore al computer insieme”

Lo lascia vincere?

“Cosa?! Nooo, voglio insegnarli piuttosto a essere competitivo e determinato”

russell-crowe-pittsburgh-next-three-days-600x450

Che progetti ha per Natale?

“Lo passo a casa con la famiglia , in compagnia degli amici. Con un grande pranzo”

Ha dimenticato i suoi animali?

“Figuriamoci! Li conto fra gli amici …. Le voglio raccontare una bella storia. Diversi anni fa avevo un cane straordinario, Chasen, che sorvegliava le mie mucche. Non le dimenticherò mai : era uno di quei cani che capiscono assolutamente tutto quello che gli dici , parlava con gli occhi e ti intendeva al volo. Il mandriano , per questo , continuava a ripetermi “Ricordati, Russell : nella nostra vita incontriamo una volta sola il cane giusto e una volta sola la donna giusta. Aveva ragione e io ho avuto una grandissima fortuna : li ho trovati entrambi”

Nessun commento: