venerdì 18 marzo 2011

INTERVISTA A NERI MARCORè “in fondo anche fare satira è un modo di fare politica. Con un sorriso puoi ottenere più risultati di tante chiacchiere seriose”

Neri Marcorè 45 anni sposato da 18 , è attore e imitatore, conduttore di quiz letterari , doppiatore di cartoon, voce narrante, cantante.

N3

E’ stato Papa Luciani . Nei giorni scorsi era cappellano in Eroi per caso . Cos’è , una deriva mistica , una svolta alla Binetti?

“Nulla di più lontano da me. Il cappellano è finto, nell’ultima parte della fiction si scopre che non è un vero prete. E nel caso del Papa , m’interessava più l’aspetto umano , innovativo del personaggio. Io sono per un laicismo sfrenato”

Per essere un laico , ha frequentato parecchio il paradiso. Nella seconda stagione di Tutti pazzi per amore muore e ascende dal cielo. Si è suicidato lei o l’hanno fatta fuori gli autori?

“Volevo essere un po’ meno impegnato ed è saltata fuori quest’idea . Sembrava carina. Pensavo a Warren Beatty e a IL paradiso può attendere, invece mi hanno rinchiuso in un ufficetto tutto bianco. Credevo di divertirmi di più”

Nella terza serie conta di risorgere come Lazzaro?

“Niente miracoli. Non sono mica Bob Ewing che risorge a Dallas. Al massimo, apparirò in un paio di flashback”

Da Papa del sorriso a dentista. Nei Fuori classe è il marito odontoiatra della Littizzetto. Il classico maschio immaturo che scappa con una più giovane. Lei ce l’ha mai avuta , la sindrome di Peter Pan?

“Intorno ai 40 senti che qualcosa sta cambiando. E reagisci. C’è chi si limita a fantasticare. Lo fanno tutti. E c’è chi sogna di fermare il tempo che passa uscendo con ragazze molto giovani e tingendosi i capelli con esiti raccapriccianti”

Gli esempi, soprattutto di questi tempi, non mancano

“Quanti omicidi commettiamo ogni giorno, mentalmente? Tutti possono avere la sindrome di Peter Pan , ma un conto è pensarci , a certe cose, un conto è attuarle”

Lei che ha fatto The Tourist con la Jolie e Johnny Depp, sognerà di scappare con Angelina

“Una con sei figli? Non se ne parla. Io ne ho già tre”

luciana-littizzetto-e-neri-marcore-nella-serie-tv-fuoriclasse-190758

Sì, ma la Jolie..

“Anche il protagonista della fiction , pensando di evadere , finisce dalla padella alla brace. Non ci casco”

Piuttosto , scappa con Johnny Depp

“Non esageriamo. Tra l’altro ,visto da vicino, comincia ad avere qualche ruga”

Pazienza. La porto io , a Mauritius. Lei con chi scappa

“Mi piace molto Juliette Binoche”

Roba da intellettuali

“E la Bellucci . Ma forse farei meglio a portarmi la Littizzetto . Almeno con lei mi diverto. Ci facciamo quattro risate”

Giusto: sai che noia, su una spiaggia deserta con la Bellucci. I Fuori classe si svolge in un liceo. Lei a scuola come andava?

“Bene. Mai un’insufficienza”

Ce l’ha , un pochino, la faccia da secchione?

“Secchione no. La strategia è dare una buona impressione all’inizio e poi vivere di rendita. Ho fatto il linguistico. E poi la scuola interpreti. In classe eravamo due maschi e 30 ragazze”

Chissà quanto le dispiaceva

“Era molto timido: è stata una terapia choc. Ma da allora in compagnia delle donne mi trovo benissimo”

Lei che ha tre figli sotto gli undici anni , che ne pensa della scuola modello Gelmini?

“A giudicare dalle reazioni sarebbe necessaria una riflessione un po’ più lunga. Si parla dei baronati , ma mi sembra l’unico aspetto condivisibile. La tendenza è dare aiuti alle scuole private cattoliche , invece di supportare la scuola pubblica”

Nel film Tous les soleils , che ha girato a Parigi con Stefano Accorsi , è un italiano che nel ‘94 , dopo la vittoria di Berlusconi , se ne va e chiede asilo politico alla Francia. Mai stato tentato di fare altrettanto?

“Guardando il grado di civiltà e di efficienza di certi Paesi ti viene voglia. Ma l’Italia mi piace troppo . Anche se non in questo momento. E poi non voglio scappare mentre la barca affonda. Magari dopo, quando l’era Berlusconi sarà finita”

A proposito di sogni proibiti

“Un periodo così brutto non può essere seguito da una risalita”

E ai suoi figli dirà mai: ragazzi , fate la valigia?

“Toccherà dirglielo. Ma spero che sarà una scelta , non una necessità. E che possano tornare a casa, dopo. All’estero , anche in Francia , per esempio, ci sono più opportunità , più meritocrazia . Cose che qui, in questo medioevo , ce lo segniamo”

e_hpim4779_marcore

Scambierebbe Berlusconi con Sarkozy?

“Scambierei Berlusconi con chiunque. Ma il problema non è solo rimuovere lui. Quello è il primo passo. Finché non si ristabiliscono delle regole, regole valide per tutti, non se ne esce. Berlusconi è come una petroliera che affonda. Poi, tocca ripulire la marea nera. Ripensare la classe politica e ripartire da zero”

Nel 2007 è sceso in campo con Veltroni. Lo rifarebbe?

“Ho appoggiato il progetto di Veltroni ma ho sempre messo al primo posto la professione. Candidarmi? No grazie”

Citando la sua parodia della Binetti “La vita è espiazione, sennò perché stare nel Pd”

“Ci ho messo la faccia , il resto no. Io credo a questa alternativa. Ma la politica si può fare in tanti modi. Anche facendo il tuo lavoro”

Ne ammazza più un’imitazione di Gasparri che mille comizi

“Sì, in fondo anche fare satira è un modo di fare politica. Con un sorriso puoi ottenere più risultati di tante chiacchiere seriose”

E’ vero che non vuoi fare Per un pugno di libri? Finirà a condurre un quiz con Gerry Scotti

“Dopo dieci anni che una cosa va avanti, meglio cambiare no?”

Non lo dica a sua moglie. Nel film La scomparsa di Patò è un tizio che un giorno svanisce in una botola. E nessuno lo vede più. Lei, in quella botola , chi ci farebbe sparire?

“Più che Berlusconi , certi figuri delle retrovie cui non conosco nessuna dignità. Gente come Di Gregorio, x Idv. Quelli che zompano da una parte all’altra. I fondatori del gruppo dei responsabili. E poi Dini, Mastella . E la Lega : ne salvo ben pochi”

Più che una botola le serve una voragine. Comunque, ai tropici o nei cunicoli, da un po’ non fa che dileguarsi. Sarà mica un segnale?

“Ai tempi di Patò , cent’anni fa, era più facile. Non ti veniva a cercare Chi l’ha visto”

Nessun commento: