mercoledì 27 aprile 2011

INTERVISTA A PATTY BRAVO “Io mi preoccupo se un giovane non scopa, perché a quell’età sei un animalino , ne hai proprio bisogno fisicamente. Poi, andando avanti nel tempo, non è più così, almeno per quanto mi riguarda”

Patty Bravo è appena uscita con un disco e sta iniziando il tour.

Il suo nuovo cd s’intitola Nella terra dei pinguini. Perché?
“Il titolo mi è venuto così, ridendo e scherzando in studio con i ragazzi. Poi naturalmente gli abbiamo dato un senso, con la copertina e tutto il resto”
Come delfinerebbe questo disco?
“Un bell’album”
Nel cd c’è anche una versione di Il vento e le rose, il brano di Sanremo , in duetto con Morgan.
“Morgan mi è sempre piaciuto molto , poi in questo momento mi sembrava che avesse una serie di problemi… Ho pensato che potesse essere una bella cosa per entrambi”
A proposito di Morgan . Lei, fra gli Anni Sessanta e Ottanta , è stata la prima ad essere vittima di pettegolezzi e addirittura leggende metropolitane : ogni settimana la davano per gravemente malata , tossicodipendente, malata…
“All’inizio mi faceva male , poi ho imparato a lasciar perdere”
Come?
“Mi è stato molto d’aiuto viaggiare. Ho fatto diverse traversate del deserto , tutta la strada di Marco Polo…”
Ogni tanto , però, fra un viaggio e l’altro , tornava. La prima volta con Cerchi, nel 1982.
“Il fatto che mi ero stancata moltissimo , non volevo più cantare. Poi, purtroppo, mi hanno coinvolto ancora, e sono tornata”
patty-pravo-a-sanremo.asp40126img1
Perché purtroppo?
“Scherzo”
Che rapporto ha Patty Bravo con la moda? Si direbbe che la ami molto
“In realtà io vivo in fuseaux , scarpe da tennis e una maglietta bianca. Poi, per lavoro , mi trucco e mi vesto”
Dopo averla vista a Sanremo , con quell’abito neo severissimo e i capelli che non concedevano nulla alla seduzione , quasi come un’Amish , il primo pensiero è stato “Quella strega di Patty Bravo ha captato un’altra volta in anticipo lo spirito dei tempi”. E’ possibile che nei prossimi anni smetteremo di vestirci da mignotte e adotteremo uno stile più severo?
“Credo che si stia andando verso un periodo di distruzione totale , oppure di evoluzione . Se uno evolve, si veste”
Che ricorda ha di Guy Magenta , il suo primo nome d’arte?
“Quasi nessuno, dato che quel nome è durato un giorno. L’idea era venuta a un gruppo di amici universitari: hanno messo su un gruppo , mi hanno coinvolto , e così mi sono messa un nome”
Perché gli amici la chiamano Nicola?
“Perché il mio nome è Nicola. Si chiamava così un mio zio morto tragicamente. Io non ho avuto il piacere di conoscerlo , però pare che fosse una persona stupenda. I nonni per ricordarlo mi hanno chiamato Nicola”
C’è qualche amica d’infanzia con cui si vede ancora?
“No. A scuola ero con 33 maschi , e mi ricordo che a un certo punto , quando non c’era niente da fare, io dicevo loro “Va bene ragazzi, allora mettetevi dieci alla volta, fate la pipì e io segno chi piscia più lontano...”
Se la sera esce a cena , vede più amici o amiche?
“Non mi piace andare fuori a cena perché ne ho abbastanza di ristoranti, poi non amo le persone che parlano molto forte e tutte insieme. Preferisco ricevere a casa , anche se non ho tavoli, e bisogna sedersi per terra”
Su di lei , da sempre , si dicono cose che hanno il sapore della leggenda: è vero per esempio che da bambina frequentava il futuro Papa Giovanni XXIII e mangiava il gelato con il poeta Ezra Pound?
“E’ tutto assolutamente vero. Con Ezra Pound facevamo queste passeggiate lunghissime , e lui non parlava mai . Il cardinal Roncalli ( il futuro Papa Giovanni XXIII ndb) lo conoscevo perché veniva a casa dove s’incontrava con Cesco Baseggio, il grande attore. Anche il soprano Toti Dal Monte era amica di mia nonna”
Manca solo la miliardaria e grande mecenate Peggy Guggenheim
“E Invece c’è anche lei: andavo spesso a casa sua , studiavo da lei. Dicevano che fosse di una tirchieria spaventosa . E infatti quando mi regalò un grande vaso di sottaceti se ne parlò per anni”

Favorevole o contraria al fatto che oggi i ragazzi vadano via da casa a diciotto anni , appena finite le scuole?
“Bisognerebbe cacciarli anche prima”
Lui se ne è andata a quindici
“Vero. Ma anche molte persone che conosco hanno buttato fuori di casa i propri figli molto presto. Anche se oggi capisco che sia alquanto difficile a livello pratico: per trovare un buco c’è bisogno di molti più soldi”
Patty Bravo fa la spesa?
“A volte mi diverto a farla , perché no? Vado lì e chiacchiero , mi piace proprio il contatto fisico con le persone”
Qual è la sua dieta? Difficile immaginarla con un piatto di bucatini davanti
“Per la verità posso mangiarmi anche quattro torte , e in mezzo un piatto di pasta e fagioli”
Tutte voi ipermagre dite che mangiate qualunque cosa
“Peso 48 Kg da quando avevo vent’anni. Anzi, in questi giorni ho un chilo in più e sono un po’ preoccupata. Però mangio lo stesso”
Il sesso ha ancora un ruolo importante nella vita di Patty Bravo ? Qualche intervista fa aveva dichiarato che non era più rilevante nella sua vita
“Perché ci sono periodi per tutto. Io mi preoccupo se un giovane non scopa, perché a quell’età sei un animalino , ne hai proprio bisogno fisicamente. Poi, andando avanti nel tempo, non è più così, almeno per quanto mi riguarda. Adesso sto tanto bene da sola , ho raggiunto una tranquillità personale e spirituale molto alta”
L’ultima volta che si è innamorata?
“Cinque anni fa”
Quanto è durata?
“Parecchio. In realtà non è mai finita , perché io non interrompo mai i miei rapporti. Per esempio con i miei quattro ex mariti : ho un telefono che è acceso solamente di notte per loro , perché sono sempre in giro per il mondo”
C’è mai stato un momento in cui ha deciso di fare un figlio?
“Avrei potuto benissimo avere figli , e lo volevo fortemente con il mio primo amore, Gordon. Invece non è successo”
Gianna Nannini ha deciso di avere un figlio , si è impegnata in tutti i modi e, dopo i cinquanta , è diventata mamma di Penelope. Ha fatto bene?
“Perché no? Se è una buona madre , se la tiene bene, se non ha problemi di denaro, se è forte fisicamente, qual è il problema?”
A lei è mancata la figura di una mamma e un papà presenti? E’ cresciuta con la nonna , cui ero molto legata , ma non le sono mancati un po’ i genitori?
“No. Con mio padre avevo un rapporto meraviglioso. Mia madre invece l’ho scoperta a cinquant’anni e ho capito che è un essere meraviglioso che ha sofferto molto”
Favorevole o contraria al fatto che per moltissimi anni Patty Bravo viene definita l’icona gay per eccellenza?
“Non ho nulla contro i gay , ci sono sempre vissuta insieme , quindi mi fa solo piacere”
Negli anni Sessanta lei dichiarava “Delle italiane l’unica che si può ascoltare è Mina”. Quarant’anni ( e passa) dopo, è sempre dell’idea?
“Di Mina ho sempre parlato bene: sia delle sua pelle , perché l’ha strepitosa, sia naturalmente della sua voce. Mi piaceva particolarmente agli inizi , quand’era una matta scatenata”
Dicono che esista un progetto mai realizzato di un disco a due voci Mina & Patty, in cui l’una avrebbe cantato i successi dell’altra. Un’altra leggenda?
“No, anzi, lei è stata molto carina a telefonarmi : poi ho sentito anche suo figlio. Massimiliano , che la chiama Mina , e io a dirgli “Guarda che si chiama mamma”. Quel progetto non è mai andato in porto, però chissà: si potrebbe trovare pezzi nuovi, di artisti giovani..”
La sua canzone preferita di Patty Bravo
“Col tempo”
La canzone altrui?
“E’ un album . The Dark Side of The Moon dei Pink Floyd”
Favorevole o contraria al sesso come viene raccontato in questa stagione di bunga-bunga , con tutte queste ragazze che decidono quanto investire dei propri pomeriggi a pagamento? C’è chi dice “Sono fatti loro”
“Secondo me tutto questo è sempre esistito, magari più nascosto. Se si riaprissero i casini sarebbe perfetto, anche perché così i ragazzini non vedrebbero certe sconcerie per casa. Sarebbe una soluzione più regolare , controllata, pulita”
Favorevole o contraria all’eutanasia?
“Favorevole , perché se una persona decide della propria vita , può anche decidere della propria morte”
Favorevole o contraria all’aborto?
“Assolutamente contraria”
Quando lei dice spesso “Grazie a Dio”. E’ credente?
“Sono credente , credo nella natura e sono un’animista. Per esempio , io non riesco a chiamare gli animali : li chiamo esseri , perché secondo me sono di gran lunga migliori di noi, di come siamo diventati”

Nessun commento: