mercoledì 22 giugno 2011

INTERVISTA A TOM HANKS “ Potrebbe andare decisamente peggio che essere sempre definito “amabile e affascinante”. Non preferirei certo che dicessero “E’ il più grande idiota del mondo”

Spielberg lo definisce il figlio prediletto d’America. Sicuramente è una delle star più famose di Hollywood. Tom Hanks Torna al cinema con Larry Crown , da lui scritto, diretto e interpretato.

tomhanks

Perché è rimasto due anni lontano dal grande schermo?

“Ero alla ricerca di una crescita per quanto riguarda i miei personaggi : arriva un momento in cui si desidera impersonare uomini e non più ragazzi. Quando sei attorno ai 35 anni , è il momento di iniziare a scegliere ruoli di compromesso e, man mano che si invecchia , il compromesso diventa più amaro”

In questo film lei è , appunto, Larry Crowne : un uomo di mezza età a cercare un nuovo lavoro

“Questa è una pellicola contro il cinismo. Le persone sono per natura ottimiste, ma si deve scegliere di allontanarsi dal cinismo. Ho avuto l’idea di una protagonista singolare, che perde il suo lavoro e poi, alla fine del film , si rende conto che è la cosa migliore che gli sia mai accaduta. Sono interessato alle storie di persone che stanno facendo qualcosa fuori dal comune per fronteggiare una brutta situazione. Qualcosa che finisce per cambiare le loro vite”

Ha altri film interessanti in arrivo: il drammatico Molto forte, incredibilmente vicino con Sandra Bullock diretto da Stephen Daldry; il fantascientifico Cloud Atlas di Tom Twyker , con Halle Berry , e l’action movie Triple Frontier di Kathryn Bigelow, con Johnyy Depp…

Mi sento parecchio fortunato a poter scegliere! All’inizio della mia carriera , la finestra di opportunità non era così ampia. I ruoli romantici sono noiosi. Per fortuna, Ragazze vincenti, nel 1992 , ha rappresentato una svolta. In quel film, sono ingrassato di quasi 12 Kg, non ho baciato nessuna ragazza , non ho dovuto essere un tipo divertente. C’era un certo grado di tragedia e di dolore che il personaggio portava , e questo ha cambiato l’impressione che la gente aveva di me. Mi hanno visto in una luce diversa”

Quanta consapevolezza ha dell’immagine di Tom Hanks quando sceglie un ruolo?

“Non c’è dubbio che una parte della mia immagine mi segua in ogni circostanza. Mi guardi, sono un bel ragazzo. Questa è la mia immagine. Non posso cancellarla dalla mente delle persone. E potrebbe andare decisamente peggio che essere sempre definito “amabile e affascinante”. Non preferirei certo che dicessero “E’ il più grande idiota del mondo”. Ma mi creda , io non sono sempre amabile e affascinante”

Lei e sua moglie , Rita Wilson , avete celebrato il 23° anniversario di nozze. Come ha fatto il vostro matrimonio a sopravvivere alla trappola della celebrità di Hollywood?

“Sono ancora sposato perché non sono un idiota. Il segreto della felicità è dire la verità. Se dici la verità, tutto si risolve”

Lei ha avuto due figli da un primo matrimonio e altri due da Rita. Quanto è diverso da suo padre?

“Ho cercato di garantire ai miei figli la stabilità che ho io , crescendo, non ho avuto. Ho fatto in modo che fossero parte della mia vita e condividessero tutto ciò che mi piace. Siamo una famiglia unita. Ho cercato di instillare in loro la consapevolezza che non c’è niente che possa sostituire la famiglia”

Suo figlio Colin ha recitato in tv in Roswell e King Kong. Avete inoltre lavorato insieme nel 2008 in The gReat Buck Howard. Che tipi di consigli gli ha dato per la sua carriera?

“L’unico consiglio che gli ho dato di mia iniziativa è stato su come gestire la stampa: gli ho detto che non doveva concedere interviste se non aveva voglia. Nessuno lo ha mai detto a me. Ho sempre dato per scontato che facesse parte del lavoro”

A Hollywood conduce una vita molto sobria

“E’ logorante dover far qualsiasi cosa in pubblico, così promuovo un film e poi sparisco. Non esco di sera. Resto a leggere un libro. Gioco a golf, faccio surf, passeggio con i miei cani. Il momento più bello della giornata è il tramonto a casa , sulla spiaggai di Malibu , con i miei cani vicino a me”

300

Quanto è stato condizionato dalla celebrità?

“Le celebrità mi ha fatto sentire isolato. Eppure , sono un uomo fortunato. Ho una famiglia meravigliosa e guadagno molto. Non avrei pensato , nel 1984, che sarei stato nella posizione in cui mi trovo ora”

Per concludere , è un tipo mattiniero o nottambulo?

“In famiglia sono quello che si alza prima. Posso rendere una mattina l’esperienza più deliziosa! C’è un modo di svegliare le persone e preparare loro la colazione che dimostra quanto tu le consideri speciali. Apparecchio la tavola perché sia pronta quando ciascuno si affaccia, secondo i suoi tempi. Non sono assolutamente in grado di preparare un pranzo o una cena, ma la prima colazione , ragazzi ce l’ho in pugno. C’è amore in ogni omelette che preparo”

Nessun commento: