lunedì 1 agosto 2011

INTERVISTA A SHIA LaBEOUF “Leggi copioni che non ti piacciono ma che devi fare , perché incasseranno e le tue quotazioni voleranno. E’ un peso che ti schiaccia”

Shia LaBeouf è il nuove attore di Hollywood. Nato da una famiglia spezzata : il padre ha avuto problemi di droga, e la madre, ex hippie, ha cresciuto Shia da sola, dopo il divorzio.

“Il cinema mi ha dato l’equilibrio che mi mancava: è il baricentro della mia vita. Volevo andare al college : ma significava smettere di recitare e ci ho rinunciato. E’ una debolezza? Ne sono consapevole”

shia-lebeouf

La fama è difficile da gestire e lei ha cominciato a pagarne le conseguenze . Se farà altri errori , Hollywood non la perdonerà facilmente ( duplice arresto per guida in stato di ubriachezza , rissa e per non aver riposto non secondo i termini di legge alla polizia ndb)

“Lo so: oggi, se esco nel weekend e mi capita di bere , chiamo un taxi. So di aver fatto soffrire mia madre e scontentato i fan. Lo giuro, qui davanti a lei : non voglio più essere un bad boy”

Perché un ragazzo che sembra aver tutto entra in un tunnel così pericoloso?

“Proprio perché, dal nulla , ti ritrovi ad avere troppo. Io sono nato povero e sradicato, sono cresciuto in quel ghetto di Los Angeles che è Echo Park , con un padre che ha sempre avuto problemi più grandi di lui e di me. Il cinema mi ha aperto strade e orizzonti che non pensavo”

Il successo diventa un boomerang?

“Tu tieni sempre eccitato. Ti immergi in mondi che, alla fine del film , si dissolvono . I registi , che sul set ti fanno da padre come per me è stato Oliver Stone, vanno lontani , su altri film e con altri figli. Un attore può essere mortalmente solo. Leggi copioni che non ti piacciono ma che devi fare , perché incasseranno e le tue quotazioni voleranno. E’ un peso che ti schiaccia”

Il conto in banca e l’essere idolo dei suoi coetanei non bilancia tutto questo?

“Ma sono cose fragili …. La popolarità è come una droga. Io non vorrei la notorietà planetaria di Robert Pattinson o di Justin Bieber : ma anche se non arrivi a quei livelli , è difficile non sentirti , almeno un po’ onnipotente”

Ci sono attori che vanno al college , si impegnano nel volontariato?

“Adesso il cinema è tutto ciò che ho. Crescendo cercherò di capire cosa voglio fare, oltre a essere un attore”

Sembra snobbare le super produzioni come Transformers, però continua a farli..

“Hollywood è un mercato: le leggi le fa lei. Se sei parte dell’ingranaggio che garantisce soldi , al massimo puoi sperare di avere un buon regista dei grandi partner, ma non puoi negarti”

Come si svolgono le sue giornate?

“Se non giro sto a casa, vedo gli amici, vado in palestra. A Los Angeles sei bombardato dal cinema e da tutti i suoi eventi e interessi. Bisognerebbe forse andarsene quando avrò una famiglia mia , sarà più facile. Non ci sarà più solo il lavoro”

In Transfomers 3 Megan Fox è stata sostituita dalla modella Rosie Huntington-Whiteley. Mentre lei viveva momenti difficili , Megan si sposava, faceva altre scelte..

“Le nostre storie si somigliano. Ha una personalità fortissima, è molto più di una bellissima modella in mini shorts”

Lei è competitivo?

“Sì. Cerco di tenere sotto controllo l’angoscia da prestazione: in questo senso non stare più con un’attrice mi aiuta”

shia-labeouf-transformers2-bloody-1

Cosa le scrivono i fan?

“Mi sono sentito molto in colpa, quando mi hanno arrestato :leggere le loro lettere piene di fiducia in me , è stato un grande aiuto. Mi parlano dei loro sogni , progetti, studi e lavoro”

E con i suoi genitori , che rapporti ha oggi?

“Vorrei vedere mia madre sempre sorridente e non ho mai giudicato mio padre , reduce dal Vietnam. Con i miei primi guadagni ho comprato una macchina per lei, e un terreno nel Montana per lui. Oggi sono io la loro colonna portante ed è una gioia”

Progetti per il futuro?

“Imparare dai miei errori”

Nessun commento: