mercoledì 14 settembre 2011

INTERVISTA ALL’ATTRICE INDIANA FREIDA PINTO “Dirò che il mondo è diventato grande quando mi arriveranno proposte perché” sono una bella ragazza” e non perché “sono una bella ragazza indiana”

Freida Pinto , attrice indiana.

freida-pinto1

Sembra una barbie indiana

“Guardi, lo pensate solo voi”

Noi chi?

“Voi non indiani . Ma lo sa quante volte nel mio paese , la mia adorata India, mi hanno scartato ai provini con la giustificazione che io sarei stata troppo poco indiana”

In che senso?

“Non ho mai capito bene neppure io a chi assomigliassi. A una musulmana? A una cristiana? Forse a una portoghese , per via di questo cognome che mi porto appresso e che fa tanto Lisbona. Del resto Goa , la più famosa spiaggia di tutta l’India , era in effetti un tempo dominata dai portoghesi. Mi piacerebbe farmi prima o poi un bell’esame del Dna per conoscere le mie origini. Magari mi scoprirei un’indù purissima!”

Sembra molto infastidita del discorso etnia..

“Abbastanza, mi sembra che non abbia nessun senso. Sono grata a Danny Boyle che mi ha scelto per The Millionaire , cambiandomi la vita, ma essere sincera , dirò che il mondo è diventato grande quando mi arriveranno proposte perché” sono una bella ragazza” e non perché “sono una bella ragazza indiana”. Ancora meglio quando mi cercheranno semplicemente perché “Sono una brava attrice”. O chiedo troppo?”

No, ha ragione. Siamo ancora tutte vittime di pregiudizi

“Lo sa che il Paese dove sono meno famosa è proprio l’India? Non mi conosce nessuno! Spero che i miei prossimi film cambino questa situazione. Ho girato Trishna , di Michael Winterbottom , in cui interpreto una Tess d’Urberville in versione indiana , la storia della figlia di un conducente di risciò che s’innamora del figlio di un ricco agente immobiliare. Ma conto soprattutto su Immortals, del regista indiano Tarsem Singh , in cui ho un ruolo molto bello: una figura mitologica, la sacerdotessa Fedra. Forse a quel punto , verrò finalmente accettata anche in India e mi riconosceranno per strada”

Per adesso di è impegnata con la promozione i L’alba del pianeta delle scimmie

“Giusto: parliamone. Mi ha molto divertito essere passata da film impegnato come MIral a questo sicuro Blockbuster zeppo di effetti speciali , dove per più della metà del tempo do schiaffi all’aria, in un set vuoto, perché il resto della scena viene aggiunta aggiunta in post-produzione , con gli effetti speciali”

E del suo partner , il fascinoso James Franco , cosa mi dice?

“Che mi sarebbe piaciuto parlargli di più, ma non dà tanta confidenza. Quando non recitava , se ne stava da solo in un angolo, a leggere i libri che si portava sul set. Sembra un vero intellettuale”

Lei no?

“Molto meno. Mi è sempre piaciuto il mondo dello spettacolo. A 11 anni il mio idolo era Sushmita Sen , la prima indiana eletta Miss Universo nel 1994. Tutto il Paese era fiero di lei e poi era così bella. Avrei voluto comunicare un giorno lo stesso orgoglio agli indiani. A 16 anni ero modella dell’agenzia internazionale Elite , ma il cinema è rimasto un sogno fino a quando non ho incontrato9 Danny Boyle”

Grazie a lui ha anche incontrato l’amore della sua vita

“Il mio Dev (Patel, con cui ha condiviso il film The Millionaire ndb) . E’ stato naturale che ci innamorassimo , perché abbiamo condiviso così tanto e soprattutto i primi passi nel mondo del cinema. Ci capiamo al volo , perché negli ultimi anni abbiamo fatto ogni cosa assieme e lui sa tutto di me . E io di lui”

Dev ha sei anni meno di lei…

“Ancora pregiudizi ? Anche mia madre sbuffa su questa differenza d’età . Me ne frego : stiamo bene assieme ed è quello che conta. Il resto? Osservazioni di carta velina”

FREIDA PINTO 2

Di solito sono le attrici più adulte a cercare uomini più giovani

“Vero. Ma io e Dev siamo felici e questo ci basta. In questo periodo lo vedo troppo poco. Vivo sul set e siamo sempre lontani. Quando ho ricevuto la proposta de L’alba del pianeta delle scimmie, stavo organizzandomi per raggiungerlo a Londra , dove vive. Ma Dev mi ha detto :”Sei pazza ? Non puoi rifiutare una sceneggiatura come questa! Abbiamo tutta la vita per vederci”

Se non fosse comparso all’orizzonte Danny Boyle , che cosa ne sarebbe stato di lei?

“Avrei continuato per qualche anno ad arrancare, cercando di farmi scegliere per piccole pubblicità e servizi di moda e poi avrei gettato la spugna. Avrei cambiato mestiere e magari sarei diventata wedding planner”

Vuol dire che sui sarebbe messa a organizzare matrimoni?

“Sì. In fondo è un altro modo per realizzare sogni e io nei sogni ci sguazzo, fin da bambina. Lo sa come mi chiamavano da piccola?”

Me lo dica

“La regina dei drammi : non facevo altro che recitare. Ero sempre qualcun altro. Sarà stata anche colpa di mamma e papà che erano grandi appassionati di musica , se io e mia sorella viviamo di emozioni”

Sua sorella cosa fa?

“La produttrice tv in India. Ha presente le soap indiane? Quelle sì che sono favole, altro che la mia vita. Adesso scappo. Il mio fidanzato non riesco a vederlo , ma almeno un bel messaggio me lo voglio concedere”

Nessun commento: