lunedì 17 ottobre 2011

INTERVISTA AD EMMA STONE “Mia madre ha accettato di accompagnarmi a Los Angeles quando avevo solo 15 anni , perché provassi a realizzare i miei sogni”

Emma Stone è stata testarda già da bambina , a 11 fa parte già di una compagnia di teatro locale. La mamma lascia Scottsdale e sbarca a Hollywood. Solo , però , nel 2007 si riesce a vedere Emma protagonista in un film (Suxbad , che in America andò benissimo). Dopo tre anni arrivò Easy Girl , la quale arriva una nomination a Golden Globe. Oggi è protagonista di The Help , una storia ambientata nel profondo Sud degli Stati Uniti negli Anni Sessanta.Un trionfo in patria e per Emma , il primo ruolo drammatico.
emma-stone-the-help-300x300
Dalla teenager di Easy Girl , che finge di fare sesso per aiutare i compagni di scuola più sfigati , all’aspirante scrittrice di The Help che combatte per i diritti dei neri. Emma, lei è una vera missionaria
“Sì, ma questa volta è sta un’esperienza più impegnativa. Io sono cresciuta in una città piuttosto grande in Arizona , e immergermi nella realtà di Greenwood , Mississippi , dei primi anni Sessanta , è stato davvero formativo”
In che senso?
“Ho passato quattro mesi in una cittadina di 18 mila abitanti dove tutti sanno tutto di tutti , con un caldo umido che non ti lascia respirare e ti mette alla prova ogni minuto. Davvero , una missionaria…”
La madre di Skeeter ( Emma nel film ) , nel film inorridisce all’idea che la figlia voglia diventare giornalista invece di cercarsi un buon partito e mettere al mondo una nidiata di bambini. E sua madre , come l’ha presa quandop le ha rivelato le sue aspirazioni professionali?
“Sono stata molto, molto fortunata ad avere due genitori che mi hanno sempre incoraggiata. Loro, oltretutto, non hanno proprio nulla a che fare con Hollywood e in fondo non hanno mai neppure capito la ragione di questa mia scelta”
E come l’hanno aiutata?
“Sostenendomi sia psicologicamente sia finanziariamente. Hanno sempre avuto un’idea molto realistica della situazione , eppure mia madre ha accettato di accompagnarmi a Los Angeles quando avevo solo 15 anni , perché provassi a realizzare i miei sogni”
Che cosa l’ha spinta a tentare questa avventura?
“Ero in prima elementare  quando mi ha preso questa ossessione di recitare, soprattutto di far ridere la gente: volevo essere uno di quei giullari medievali che intrattenevano le corti. Anche da ragazzina non mi perdevo mai una commedia alla tv, da Cameron Crowe a Woody Allen. E ce l’ho fatta! Mi sento così fortunata”
People l’ha messa al decimo posto tra le cento donne più belle del mondo e i paparazzi cominciano a inseguirla. La ragazzina di Scottsdale ormai è diventata una star di Hollywood. E’ incominciato per lei l’incubo della fama?
“No, guardi, io cammino tranquilla per strada e vado ovunque senza nessuno mi disturbi. Non riesco neppure a immaginare di perdere la mia privacy: come potrei continuare a fare il mio lavoro? Solo al pensiero ho dei veri attacchi di panico”
Crazy, Stupid, Love è appena uscito in Italia: il titolo già dice tutto. E lei cosa ci dice a proposito dell’amore?
“Mmm… Che sto crescendo , maturando e con l’esperienza cambia anche l’atteggiamento nei confronti della vita e dei fatti del cuore”
Può essere più precisa?
“Voglio dire che sto meglio nella mia pelle , ho più fiducia in me stessa e nelle mie idee, sono più capace di difendermi : è una sensazione piacevole, rassicurante. Questo mi aiuta anche in amore”
I giornali di gossip e internet stanno gioiosamente annunciando la sua love story con un collega (Andrew Garfield , il nuovo Spider man ndb). Lei conferma?
“Non risponderò mai a questo tipo di domande , mi scusi”
emma-stone
Adesso che ha scoperto di poter fare il giullare e anche l’attrice drammatica come si orienta nelle scelte, nella vita?
“Non so veramente cosa mi piaccia di più, forse l’idea di divertirmi. Vorrei citare Ryan Gosling con cui ho lavorato in Crazy, Stupid, Love – e non credo gli piacerà. A Cannes gli hanno rivolto la stessa domanda e lui “Quando alla radio ascolti una canzonetta e poi un’altra , finalmente  ne arriva una che ti fa venire una gran voglia di ballare. Ecco io voglio un film che mi faccia ballare”. E io pure con Spiderman , come con Crazy, Stupid, Love non mi riusciva di star ferma”
Lei ha solo 23 anni e lavora ininterrottamente. Che regalo si è fatta con il primo assegno?
“Non ho mai comprato nulla di folle, vediamo, forse un paio di scarpe. Non sono una shopaholic, non vorrei finire sul lastrico e sentirmi costretta a fare un film solo perché ho bisogno di denaro. Lavorare sodo per soldi, che tristezza?”

Nessun commento: