venerdì 11 novembre 2011

INTERVISTA AD ALESSIA MANCINI “In televisione non è difficile raggiungere la notorietà, il difficile è mantenerla.E, dal momento che sono una persona con la testa sulle spalle , ho deciso di occuparmi anche di altro”

Alessia Mancini ha scelto un secondo lavoro quella della wedding planner.
“Questo è il mio nuovo lavoro . Da un anno, insieme con la mia socia Valentina , faccio la wedding planner. Organizziamo matrimoni e qualsiasi altro tipo di evento. Sono veramente innamorata di questa attività. E’ difficile e impegnativa . Ma anche divertente”
“Ufficialmente ho iniziato questa attività un anno fa. Ma cominciare ha richiesto molto più tempo, perché c’è stata tutta l’organizzazione , i contatti con i fornitori , l’esplorazione del settore, l’arredamento delle sedie , i vari allestimenti. Insomma, abbiamo fatto le cose come si deve”
5778503879_Alessia_Mancini_iok1_(3)~0
Quindi ha chiuso con la tv?
“No, tutt’altro. Solo che di questi tempi è bene avere un lavoro solido anche al di fuori del mondo dello spettacolo. In televisione non è difficile raggiungere la notorietà, il difficile è mantenerla. Oggi ci sei e domani chissà. E, dal momento che sono una persona con la testa sulle spalle , ho deciso di occuparmi anche di altro”
E come mai proprio di organizzare matrimoni?
“Perché sono sempre stata una maniaca dell’ordine e dei particolari e, seguendo questa mia inclinazione, mi è sembrato quasi naturale entrare in questo settore , che si basa proprio sui particolari e di cui Valentina faceva già parte. Sono decisa a fare del mio meglio in questo nuovo mestiere. Non voglio vantarmi, ma, in genere , quello che faccio mi riesce sempre , perché mi ci dedico con tutta me stessa. Sono curiosa , determinata e testarda . E quindi so che comincio a fare qualcosa che mi piace, poi mi verrà bene”
Immagino sia un’attività impegnativa, allora
“Più di quello che pensavo all’inizio. Poche settimane fa abbiamo partecipato a Roma alla mostra internazionale del matrimonio “ForWedding 2012” ed è stato davvero faticoso , perché abbiamo cercato di distinguerci , di essere diversi da tutti gli altri. E questo costa tempo e tanto lavoro”
Suo marito , Flavio Montrucchio, che cosa dice di questa nuova avventura?
“Flavio non è ancora entrato nel meccanismo. Credo che non abbia ancora capito quanto tempo questo lavoro mi porterà via. Forse la cosa lo preoccupa un po’?
Nell’elenco dei vostri servizi c’è anche una voce curiosa: serenate
“Sì. Dalle nostre parti si usa fare le serenate, è una bella tradizione. Quando una coppia è indaffarata nei preparativi delle nozze , può capitare che perda di vista il sentimento , che sta alla base dell’evento. Allora, una bella serenata, qualche giorno prima del fatidico giorno, può essere un bel momento, molto romantico. Ovviamente, perché la riuscita sia perfetta, la sposa deve essere assolutamente all’oscuro di tutto”
Anche suo marito le ha fatto la serenata?
“Non ci crederà, ma lo ha fatto davvero. Flavio è torinese, molto pratico e poco avvezzo a queste abitudini. Quindi non mi sarei mai aspettata da lui una serenata sotto il balcone. E invece mi ha stupito. E mi ha cantato anche parecchie canzoni. Flavio è molto intonato”
Anche per il suo matrimonio si è affidata a un wedding planner?
“Magari lo avessi fatto! MI avrebbe risparmiato fatica e preoccupazione. Quel giorno la sposa ha tante cose a cui pensare e non può occuprasi anche dell’organizzazione. E così, in genere si è costretti a ricorrere ad amici e parenti. E a volte le cose non vanno come si vorrebbe. Al mio matrimonio feci l’errore di affidare il tableau de marriage alla persona che doveva portare i fiori al ricevimento. Ma si è persa , non ha trovato la strada. Lei aveva solo il mio numero di cellulare che però aveva lasciato a casa. E non potevo nemmeno rintracciarla, perché il suo numero era anche quello sul telefonino. Insomma, ci fu un attimo di panico : 250 persone in piedi che non sapevano dove sedersi”
E come si è risolta la faccenda?
“Avendo organizzato tutto io , mi sono ricordata i nomi di tutti gli invitati , il tavolo e il posto loro assegnato. Con l’aiuto di mia madre mi sono messa lì e ho ricostruito tutto. Non le dico quanto ero arrabbiata”
Quella del wedding planner sembra tanto una moda per gente famosa
“No, non è così. Negli Stati Uniti la maggior parte delle coppie ricorre a un wedding planner , proprio perché fa risparmiare tempo , ma anche soldi. Questo è importante. Avere un wedding planner non è una cosa soltanto per ricchi. Si lavora con un budget stabilito dagli sposi , facendo di tutto , destreggiandosi tra i vari fornitori , per avere agli sposi il meglio al miglior prezzo”
alessia_mancini_grande
Qual è la richiesta più frequente delle spose?
“Vogliono assolutamente un angolo a tema nel ricevimento, ad esempio una degustazione di confetti o di cioccolato. La torta la preferiscono a piani e tutta glassata. E poi sono molto richiesto particolari allestimenti di fiori e giochi di luci”
Sono più esigenti le spose, come si aspetterebbe , oppure gli sposi?
“I mariti in genere non partecipano molto. Ma se trovi quello interessato , si salvi chi può!”

Nessun commento: