domenica 25 marzo 2012

INTERVISTA A NINA ZILLI “A un appuntamento galante se uno che mi piace fa partire Let’s Stay Together di Al Green , le mutande volano subito. E anche Marvin Gaye e Barry White mi fanno quell’effetto”

Nina Zilli, cantante e spalla di Panariello in “Panariello non esiste”.
Nina-Zilli-09
Ha definito la sua canzone “Per sempre” strappamutande, in che senso?
“Scherzavo”
Non può essere solo uno scherzo
“Diciamo che la musica , soprattutto il rhythm and blues del passato , aiuta a sedurre. A un appuntamento galante se uno che mi piace fa partire Let’s Stay Together di Al Green , le mutande volano subito. E anche Marvin Gaye e Barry White mi fanno quell’effetto”
Altra parola che lei ha usato e che merita una spiegazione “Zerbinamento”
“Adesso sono fidanzata con Ricky (Riccardo Gibertini , trombettista ndb) , ma in passato mi è capitato spesso di fare la donna-zerbino, cioè di correre dietro a un uomo. Da adolescente i maschi non mi filavano , anzi, mi massacravano perché avevo l’apparecchio per i denti. L’ho portato fino ai 14 anni e mi ha segnato la vita , proprio come i dentoni da coniglio. C’è di peggio lo so , ma è stata dura: ero timidissima, dai 7 ai 13 anni non ho quasi mai parlato. Mi ha salvato , alle superiori, il quadrimestre di studio che ogni anno passavo in Irlanda: mi ha liberata da mille paure”
Dopo che studi ha fatto?
“L’università privata, lo Iulm, dove mi sono laureata in Relazioni pubbliche con la specializzazioni in costumi e pubblicità. In pratica, aria fritta o, come dico io, stronzologia. Tesi sulle subculture giovanili: i biker, i punk alla Sex Pistols”
E’ andata  a Sanremo , tra Morandi e Celentano , cosa penserebbero quei punk…
“Vomiterebbero su tutto questo, lo so. Ma a Sanremo si è visto di tutto : Mina, Tenco , Vasco. E poi io sono vecchia dentro: la passione per la musica black , la Vespa, i vinili, il Brionvega”
Cos’ha in comune con un teenager?
“Forse Internet, Youtube”
L’ultima scoperta che ha fatto online?
“Twitter. E’ stato Marracash a sverginarmi, mi ha spiegato tutto”
L’ultima volta su Youporn?
“Ci sono andata per la prima volta due mesi fa, dopo che un amico mi aveva parlato delle categorie pazzesche e schifose come “animals”. Quella non l’ho guardata , però un occhio alle altre l’ho buttato. E’ stato educativo . Ma quante seghe si fanno i ragazzini di oggi? Una volta c’erano solo i giornalini porno , e prima ancora il Postal Market”
Scusi, ma lei che ne sa?
“Me l’hanno raccontato i miei amici”
E’ vero che voleva fare la dentista?
“Sic come ero in qualche modo esperta , mi sembrava una buona idea. Volevo studiare in America , perché ero innamorata di un ragazzo di Chicago . Vinsi anche una borsa di studio , ma alla fine decisi di iscrivermi in Italia, in compenso restai a vivere negli Stati Uniti. Per due anni: mi guadagnavo da vivere dando lezioni sulla Divina Commedia agli studenti di letteratura italiana – spero di non aver detto troppe cazzate a quei ragazzi – e tornavo in Italia ogni tre mesi per fare gli esami. Mia madre era furiosa”
Era furioso anche suo padre , quando scoprì che aveva cambiato nome?
“All’inizio , non fu felice. MI chiamo Maria Chiara Fraschetta , che non è il massimo. Nina è un omaggio a Nina Simone , Zilli è il cognome di mamma”
Con la musica quando ha iniziato?
“A 5 anni, nel coro della chiesa”
Saprebbe cantarmi una strofa di una qualsiasi canzone di un suo collega sanremese di quest’anno? Per esempio, Emma?
“No”
Gigi D’alessio?
“No”
Pierdavide Carone?
“No… Vediamo: conosco qualcosa di Renga, Bertè , Noemi, Dolcenera, Marlene Kuntz, Finardi, Bersani..”
Com’è nato il duetto sanremese con Skye dei Morcheeba?
“Le ho scritto , e quando ha saputo che avremmo cantato insieme Grande, Grande, Grande , mi ha risposto subito su Facebook per dirmi che accettava”
Tony Renis , che quella canzone la scrisse per Mina , l’ha chiamata dall’America
“Abbiamo parlato per ore. MI ha anche detto che Sarah Vaughan voleva portarselo a letto..”
A Sanremo l’hanno accusata di fare il verso ad Amy Winehouse?
“Ci sono abituata è normale , vista la sua fama. Era bravissima , ma io guardo alle grandi interpreti della black music degli anni ‘50 e ‘60 e non a lei”
L’ha fatta anche lei la vita spericolata?
“Insomma. In America – dove non si può ordinare alcol fino ai 21 anni , e io ne avevo 18 – mi procurai una carta d’identità per entrare nei locali : una volta mi hanno fermato all’ingresso e, se non fossi scappata, mi avrebbero portato in commissario per espellermi”
thumbfalsecut1330793703232_475_280
Sembrava dovesse recitare per Ozpetek
“Ferzan mi voleva , ma temevo di fare la figura della cagna. In futuro , magari”
Intanto affianca Panariello nel suo nuovo show su Canale 5
“Canto e interagisco con ospiti stranieri, visto che Giorgio non sa l’inglese. Siamo come Sandra e Raimondo”
E’ vero che l’anno scorso le avevano offerto di fare il giudice a Xfactor?
“Sì, ma non me la sono sentita di giudicare cantanti. Il mio piccolo stupro artistico l’avevo già subito nel 2004, quando i discografici mi volevano trasformare in una specie di Madonna dei poveri”
Maglio Madonna o Lady Gaga?
“Lady Gaga. Madonna è stata un gigante , ma adesso è vecchia. Dovrebbe ritirarsi a vita privata”

Nessun commento: