giovedì 16 agosto 2012

INTERVISTA A DAVID LYNCH “Non potrei mai avere una certa idea, né ottenere una certa immagine , se non procedendo per tentativi”

David Lynch è un mostro sacro. Regista del famoso Twin Peaks , vi ricordate il famoso quesito chi ha ucciso Laura Palmer?. Si è sposato 4 volte , l’ultima nel 2009. Dipinge e fotografa ,da quando era giovane, e pratica meditazione trascendentale e la promuove nel mondo tramite la David Lynch Foundation for Counscioness-Based Education and Peace. Produce un caffè biologico , un sito di documentari, ha scritto libri, commenta quotidianamente il meteo di Los Angeles , composto musica per i suoi film. Possiede un club esclusivo di Parigi , Il silenzio di Montmartre, ha firmato campagne pubblicitarie importanti , ha reinventato la forma di due bottiglie della famosa marca di champagne Dom Pérignon.

David-Lynch

Ha qualche ricordo speciale dell’Italia?

“Ci sono stato tante volte con Dino De Laurentiis ( produsse molti film di Lynch ndb) . Una volta ad Abano Terme con Silvana mangano , e un’altra a Venezia. Dino mi portò a Piazza San Marco. Era la prima volta , e lui scelse di arrivarci in modo speciale”

In che senso?

“Mi spiegò che se percorrevi una certa strada la visione era particolarmente suggestiva. Poi prendemmo una barca e andammo nel ristorante dove era stato Ernest Hemingway , sull’isola di Torcello. Ricordo un altro viaggio nel Sud , a Catania e Palermo. C’erano Isabella Rossellini , Silvana Mangano e Marcello Mastroianni. Era estate , erano i tempi di Oci Ciorne e il regista Nikita Michalkov aveva trovato un ristorante , una vecchia casa in collina. Stavamo seduti in giardino in mezzo al verde , ogni portata era a base di funghi , tutti buonissimi , e Marcello raccontava una storia dietro l’altra. Una serata meravigliosa”

La sua collaborazione con Dom  Pérignon punta sul principio della sperimentazione . Per lei che cosa significa sperimentare?

“Provare cose diverse e vedere quello che ne viene fuori. Non potrei mai avere una certa idea, né ottenere una certa immagine , se non procedendo per tentativi”

Quindi prima di cominciare non sa quale che risultato vuole raggiungere?

“Assolutamente no. Magari so che se metto insieme A e B probabilmente otterrò la lettera successiva . Ma non puoi esserne certo finché non provi”

Questo vuol dire anche mettere in conto di commettere parecchi errori

“Devi avere la libertà di sbagliare. Stavo giusto leggendo la storia di James Wright , lo scienziato che ha inventato per caso la silly putty. Stava cercando di creare qualcos’altro e invece ne venne fuori con questa sostanza che è diventata un gioco per bambini e ha fruttato milioni di dollari. Quando mischi le cose , si possono verificare fortunati incidenti”

david-lynch-2

Lei sostiene che la sofferenza è nemica della creatività

“Facciamo l’esempio della depressione. Chi ne soffre non ha neppure la forza di alzarsi dal letto. E’ veramente difficile in una situazione del genere avere idee”

Ha citato la depressione perché le è capitato di soffrirne?

“Penso che chiunque sappia che cos’è la negatività , o sia passato attraverso momenti di fatica o di malinconia più profondi. E’ per questo che possiamo immedesimarci con quello che accade in un film. O leggere Delitto e castigo anche se non abbiamo mai ucciso nessuno”

Lei e Mel Brooks avete ricevuto un diploma onorario dell’American Film Institute . Brooks è il suo produttore esecutivo di Elephant man , il suo primo film importante. Quanto conta avere al proprio fianco le persone giuste al momento giusto?

“Il fato mi sorrideva se sono stato così fortunato da avere Mel Brooks con me. Mi diede alcuni input sulla sceneggiatura ma mi lasciò la libertà di filmare alla mia maniera. E si parò come un carro armato tra me e chiunque infierisse con il film. Ero alle prime armi , avevo bisogno di protezione e lui me l’ha data. Gli devo molto”

Nessun commento: