martedì 27 ottobre 2015

INTERVISTA A FRANCESCA CHILLEMI “Sono una bella ragazza, lo so ma se faccio paragoni o mi curassi in modo eccessivo , mi concentrerei su qualcosa che non dura, e l’effetto su di me avrebbe un effetto destabilizzante. Non voglio essere schiava di un sistema”

Dodici anni fa Divenne Miss Italia , lei che combatté per partecipare al concorso . Veniva da Barcellona di Pozzo di Gotto. Da miss voleva fare l’attrice e c’è riuscita nelle fiction : Che Dio ci aiuti, Braccialetti rossi e Ispettore Coliandro. Francesca Chillemi è  ora una donna affermata e compagna innamorata. Aspetta un figlio da Stefano Rosso , figlio di Renzo, Patron della Diesel.
Come vi siete incontrati?
“Lo conosco da anni , abbiamo amici in comune, ma la scintilla non è scoccata subito. Il nostro è un rapporto che si è costruito nel tempo , scoprendo che avevamo molto in comune , i valori e il desiderio di una famiglia”
La prima uscita pubblica insieme l’avete fatta solo alcuni  mesi fa , al Festival del cinema di Taormina
“In realtà stiamo insieme da quasi un anno , ma all’inizio abbiamo voluto proteggere il nostro rapporto”
Eppure lei è sempre molto concentrata sulla sua realizzazione professionale
“E’ una cosa in più che volevo arrivasse nella mia vita. Avevo molte attenzioni su di me sarà qualcosa che mi aiuterà a evolvere. Sono sotto i riflettori da 12 anni, non sono stati semplici : ero come un cavallo pazzo , non sapevo come gestire quello che succedeva intorno , mi facevo invadere dai cambiamenti della vita. Oggi ho più padronanza di me”
Se ripensa al giorno di Miss Italia le sembra vicino o lontano?
“E’ in ieri lontano: mi ricordo benissimo tutto, ma ero un’altra persona”
Ha guardato il concorso quest’anno?
“Qualche spezzone. la cosa che mi piace di più è vedere queste ragazze così emozionate , perché rivivo con loro quella sensazione , quella speranza che avevo anch’io a 18 anni”
La vincitrice , Alice Sabatini, lo era fin troppo: è stata criticata per la sua gaffe in diretta
“Ho visto quel passaggio. Prima di giudicare bisognerebbe ricordarsi che in quel momento, quando si rimane in tre , non si riesce a pensare , le ragazze sono giovanissime e alla prima esperienza Tv. L’emozione gioca brutti scherzi . Di quell’istante , io non ricordo nulla , ero in totale confusione”
Oggi però siamo abituate a diciottenni donne , per nulla intimidite
“Se sono in un ambiente conosciuto , a loro agio, come a casa loro con la webcam. Ma in un ambiente diverso la soglia di attenzione è abbassata. Aio miei tempi , poi, una gaffe di quel tipo avrebbe fatto meno scalpore , oggi è amplificata dai social”
Miss Italia dovrebbe essere solo un concorso di bellezza?
“Direi di sì. Non è con quelle domande che puoi capire se una è intelligente o meno. Questa Miss è senza dubbio molto bella, di una bellezza forte”
Lei che rapporto ha con la bellezza?
“Ho capito presto la fregatura che nasconde : sono una bella ragazza, lo so ma se faccio paragoni o mi curassi in modo eccessivo , mi concentrerei su qualcosa che non dura, e l’effetto su di me avrebbe un effetto destabilizzante. Non voglio essere schiava di un sistema”
Rifarebbe Miss Italia?
“Con la testa che avevo sì: era la possibilità di vedere un mondo diverso e sentivo che non ero nata per restare nel mio paese e fare la vita dei miei”
Che mestiere fanno i suoi genitori?
“Hanno dei negozi di abbigliamento . Ho una sorella maggiore di tre anni e un fratello più piccolo , ma ero io quella che scalpitava fino a che non ottenevo quello che volevo. Ricordo il primo concorso di bellezza in Sicilia , mio padre fino all’ultimo era contrario. Alla fine riuscii a convincerlo con una scena di pianto – ero già attrice e le lacrime funzionavano sempre – , quindi salii sul palco con gli occhi gonfi. Ovviamente non vinsi”
In famiglia come presero invece la vittoria a Miss Italia?
“Fu un trauma soprattutto per mio fratello , eravamo molto legati. Ricordo che i rari momenti in cui tornavo in Sicilia mi faceva effetto sentire la sua voce che cambiava , so di essermi persa qualcosa”
Non pensa che, prima di un figlio, avrebbe dovuto consolidare il rapporto di coppia?
“No, perché in quest’anno con Stefano abbiamo costruito qualcosa di molto solido , con lui mi sono aperta come in nessuno dei miei rapporti sentimentali precedenti. Vedo coppie che stanno insieme da vent’anni e sembrano due estranei”
La famiglia di Rosso come l’ha accolta?
“Ho conosciuto prima Renzo , poi la mamma di Stefano. Sono persone meravigliose. Ma è Stefano che ho scelto, prima della sua famiglia”
E’ stato però Renzo Rosso a dare l’annuncio che lei era incinta , in un’intervista al Corriere della Sera, contestualmente a quello che anche lui sta per diventare padre, per la settima volta
“Non è un argomento sul quale voglio entrare , la sua paternità. Facendo tante interviste capita di annunciare le cose prima di un altro , per fortuna ho potuto dirlo io alle persone a cui voglio bene prima che lo scoprissero dai giornali”
Rosso, un self made man di successo, può essere un padre ingombrante per un figlio
“I figli hanno fatto un percorso insieme al padre e, in generale, sono tutti tranquilli , hanno un certo distacco dalla scena pubblica”
Stefano che tipo è?
“Semplice , riservato, con i piedi per terra. Adora lo sport , io sono molto pigra, un’estensione del divano come dice lui”
Se tiene tanto alla famiglia, sarà preoccupato per il suo lavoro: un’attrice sta spesso fuori casa
“E’ il mio lavoro e lo rispetta . Ora sono sul set in Puglia della nuova serie di Braccialetti rossi , dove interpreto una madre. Niente avviene per caso”
Andrete a vivere a Bassano? Una siciliana nel cuore del Nord Est
“Non ne abbiamo ancora parlato. Le battute sulle mie origini ci sono , me ne dicono di ogni ; lavativa, bella la vita, ma io non mi offendo , è un gioco. E se c’è qualcuno che ha sempre lavorato , quella sono io”
Gelosa?
“Lo sono stata prima , quasi alla follia, ma era senso del possesso. Ora che ho molto più autostima la gelosia è scesa”
Vi sposerete?
“Se succederà , accadrà dopo. Ci può stare nella mia vita come consolidamento di un amore , di una famiglia”

Nessun commento: